L’Inter riparte da Brozovic: 2-0 al Genoa

L’Inter riparte da Brozovic: 2-0 al Genoa

Sesta vittoria consecutiva a San Siro (Europa League compresa) per l’Inter e tre punti importantissimi. Una doppietta di Brozovic permette alla squadra di Pioli di battere 2-0 il Genoa e riprendere la sua corsa all’Europa dopo la batosta di Napoli.

Il tecnico interista schiera una difesa a 3, con Nagatomo a muoversi su e giù sulla sinistra. In mezzo al campo giocano Joao Mario e Brozovic, con Candreva a destra ed Eder e Palacio ad assistere Icardi.
Juric risponde con il solito 3-4-3, con Rigoni e Ocampos ai fianchi di Simeone.

Il Genoa crea, l’Inter segna – L’Inter prova fin da subito a fare la partita, ma è troppo lenta e imprecisa. Il Genoa cerca invece di sfruttare la sua arma migliore: il contropiede. Lazovic prima sfiora il gol con una rasoiata su cui interviene provvidenzialmente D’Amborsio, in seguito si esibisce in una serie di cross su cui la retroguardia ospite interviene sempre in maniera approssimativa. Clamorosa poi l’occasione capitata a Rigoni e Simeone, che soli davanti ad Handanovic lisciano entrambi la palla di testa. Eppure sulla prima conclusione in porta, al 38′, arriva il vantaggio nerazzurro: sugli sviluppi di un angolo, Brozovic di piatto supera Perin.

Brozovic la chiude di piatto – Pioli cerca di dare maggior sostanza al centrocampo inserendo Melo al posto di Eder e passando al 3-4-1-2, con Joao Mario spostato sulla trequarti. Ma è sempre e comunque il Genoa ad essere più pericoloso. Gli uomini di Juric sfiorano la rete Ocampos e Lazovic, sul cui tentativo è bravissimo Handanovic. L’Inter prova ad abbassare il ritmo, e lo spettacolo ne risente. Al 23′ Lazovic supera Nagatomo ma, invece di concludere a rete, prova l’assist per Simeone senza riuscire a trovarlo. Un errore che viene subito punito: è ancora Brozovic, sul ribaltamento di fronte, a beffare Perin con un rigore in movimento dopo un perfetto tacco di Joao Mario. I rossoblu provano a rifarsi sotto con il solito Lazovic, ma il 2-0 resiste fino al 90’. Per l’Inter tre punti che valgono oro. Per il Genoa solo tanti, tantissimi rimpianti.

Meritano 2duerighe:

Lazovic: una furia sulla fascia. I suoi cross sono dei fendenti che per fortuna dell’Inter creano meno danni alla retroguardia nerazzurra rispetto a quanto meriterebbero.

Nagatomo: costantemente in difficoltà. Viene messo in difficoltà da Lazovic per tutta la gara, senza mai riuscire a trovare le contromisure all’avversario.

Il tabellino:

Inter – Genoa 2-0 (primo tempo 1-0)

Marcatore: Brozovic al 38′ p.t. e al 24′ s.t.

Inter (3-4-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo; Candreva, Joao Mario (dal 42′ s.t. Banega), Brozovic, Nagatomo; Eder (dal 1′ s.t. Melo), Icardi, Palacio (dal 12′ s.t. Perisic). (Carrizo, Ranocchia, Andreolli, Kondogbia, Yao, Miangue, Biabiany, Jovetic, Gabriel Barbosa). All. Pioli.

Genoa (3-4-1-2): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Lazovic, Rincon, Veloso, Laxalt (dal 40′ s.t. Edenilson); Rigoni (dal 34′ s.t. Pandev); Ocampos (dall’11’ s.t. Ninkovic); Simeone. (Lamanna, Zima, Gentiletti, Brivio, Cofie, Ntcham, Gakpè, Biraschi, Fiamozzi). All. Juric.

Arbitro: Valeri di Roma.

Note: ammoniti Ocampos (G) per fallo di mano; Veloso (G), Murillo (I) per gioco scorretto.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook