Il Derby è della Roma

Il Derby è della Roma

La Roma vince il derby e si porta a -4 dalla Juventus. All’Olimpico partita tesa ed equilibrata nella prima frazione, decisa da due gravissimi errori dei giocatori della Lazio che regalano la gloria alla città giallorossa. Wallace prova un dribbling in fase difensiva e si fa soffiare la palla da Strootman che insacca, Marchetti si fa trovare fuori posizione da un rasoterra innocuo di Nainggolan che sancisce il 2-0 definitivo. Nel finale nervi tesi e rissa a bordo campo per un derby che ha visto vincere la squadra più solida fisicamente e mentalmente.

Inizio dai due volti- Parte benissimo la Lazio che pressa alta e si rende subito pericolosa con Immobile che riceve una sponda da Parolo e con il destro spedisce, di potenza, sopra la traversa. La Lazio è ben messa in campo e costringe la Roma a lanci lunghi e poco giro palla. Ancora Immobile e ancora conclusione alta dopo un destro velenoso ma fuori porta. Al 27′ l’episodio che cambia l’inerzia della gara: fallo di Biglia su Bruno Peres sulla linea d’area di rigore laterale, Calvarese fischia punizione poi indica il dischetto e nuovamente, dopo segnalazione dell’addizionale Banti, sancisce la punizione dal limite. La Roma si scrolla e guadagna metri e gioco ai danni di una Lazio che appare timorosa. Molta confusione e tanta densità a centrocampo non permettono alle due compagini di rendersi realmente pericolose, il primo tempo termina infatti a reti bianche.

Errori fatali- La Roma è più concreta e inizia ad avvicinarsi alla porta di Marchetti con Dzeko che, su punizione, non riesce ad impremire forza e direzione al colpo di testa. Ancora Dzeko chiama, pochi minuti dopo, Marchetti ad un intervento importante. La Lazio soffre e la Roma intensifica le operazioni offensive trovando il vantaggio con Strootman che soffia la sfera dopo un improbabile dribbling da parte di Wallace in fase difensiva, colpo sotto e Marchetti superato. Vantaggio Roma, nervi che saltano e Lazio che accusa il colpo in maniera irreversibile. Poco incisiva la reazione dei biancocelesti che concludono due volte in maniera velleitaria con Milinkovic e Parolo. Il punto esclamativo sulla confusione della Lazio lo mette Nainggolan che da distanza considerevole tira un rasoterra all’apparenza innocuo che però trova Marchetti fuori posizione e si insacca all’angolino basso del primo palo. Il derby si chiude qui perchè la Roma controlla e la Lazio non ha lucidità e forza per reagire. Finisce 2-0.

Meritano 2duerighe

[Su] Nainggolan. Il ninja giallorosso è praticamente dappertutto in campo, fase difensiva, d’impostazione e offensiva. Il gol che sancisce la vittoria è fortunoso ma efficace per spezzare le gambe agli avversari.

[Giu] Wallace. Il derby cambia grazie (o per colpa) sua, l’improbabile dribbling in fase difensiva non si vede neanche nei campi di terza categoria, lui decide di farlo in un derby fino a quel momento equilibrato.

Tabellino

LAZIO-ROMA 2-0

LAZIO (4-3-3) Marchetti, Basta (80′ Patric), Radu, Wallace, Lulic, Parolo, Biglia (80′ Lombardi), Milinkovic, Anderson, Keita (85′ Kishna), Immobile. All. S. Inzaghi

ROMA (3-4-2-1) Szczesny, Rudiger, Manolas, Fazio, Peres (92′ Jesus), De Rossi, Strootman, Emerson, Nainggolan, Perotti, Dzeko. All. L. Spalletti

Arbitro: Banti (sez. Livorno)

Marcatori: 64′ Strootman (R), 77′ Nainggolan (R)

Ammoniti: Biglia (L), Rudiger (R), Strootman (R), Lulic (L), Parolo (L), Peres (R), Lombardi (L)

Espulsi: Cataldi (L) dalla panchina

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook