La Lazio vince e convince, battuto il Sassuolo

La Lazio vince e convince, battuto il Sassuolo

La Lazio vince ancora e si proietta nella zona alta della classifica. Altri tre punti per gli uomini di Inzaghi che battano il Sassuolo per 2-1, succede tutto nel secondo tempo con le aquile che vanno in vantaggio con Lulic (sospetta posizione di fuorigioco al momento del tocco vincente), raddoppiano con il solito gol di Immobile (per lui quota 9 e secondo posto nella classifica marcatori) e rischiano di gettare all’aria la partita con il gol di Defrel che accorcia le distanze per il Sassuolo. Vittoria che da continuità e morale in vista della sfida contro il Napoli.

Qualche buona azione- La prima frazione di gioco non è scoppiettante e all’altezza delle aspettative viste le due formazioni che si incontrano, sia Lazio che Sassuolo provano a tracciare la via del gol con giocate fulminee e discontinue che portano a diverse conclusione negli specchi della porta ma senza risultati. Iniziano subito gli ospiti che, dopo una manciata di secondi vanno alla conclusione con Defrel che costringe Marchetti alla parata dopo un mancino velenoso. Risponde la Lazio con Immobile che, dentro l’area, cerca di girare in porta con un’acrobazia aerea. I padroni di casa protestano per un  dubbio tocco di mano all’interno dell’area da parte di Peluso. Il Sassuolo si ripropone in avanti con Sensi che prova la conclusione da fuori, Marchetti respinge e Biondini prova il tap-in in evidente posizione di fuorigioco. Capovolgimento di fronte e Anderson prende palla, si accentra ed esplode un tiro che viene deviato in angolo dalla difesa avversaria. Il primo tempo termina ancora con gli ospiti in fase offensiva, Pellegrini prova la conclusione bloccata da Marchetti. Si va al riposo a reti bianche.

Tutto in 7 minuti- La ripresa comincia con gli stessi effettivi ma con diversa velocità e intensità, sono i padroni di casa a spingere maggiormente a  presentarsi subito dalle parti di Consigli con Anderson che impegna l’estremo difensore. In 7 minuti, dal 50’ al 57’, si decide la partita: Keita prende palla sulla fascia destra, cross basso verso l’area dove Lulic, in sospetta posizione di fuorigioco, spinge la sfera in rete a Consigli battuto. Ancora Lazio e ancora Immobile che sigla il raddoppio biancoceleste raccogliendo una deviazione di testa di Radu da calcio d’angolo e concludendo con un destro potente sul primo palo. La Lazio sembra aver congelato la gara ma il Sassuolo ritorna subito in partita con Defrel che sorprende la difesa avversaria con un taglio i profondità che lo mette a tu per tu con Marchetti, conclusione di prima e sfera che si insacca. I ritmi si alzano, il Sassuolo ci crede e la Lazio si schiaccia nella propria metà campo. Nel finale il Sassuolo sfiora il pareggio con Ragusa che non trova lo specchio della porta per millimetri. Vince la Lazio.

Meritano 2duerighe

Anderson. Il brasiliano, dopo aver ritrovato il gol, sta ritrovando anche la continuità nelle giocate: decisivo, pericoloso e presente in campo è l’arma in più di questa Lazio.

Wallace. Non gioca una brutta partita e fisicamente in difesa tiene bene ma l’amnesie di cui soffre la Lazio sono colpa soprattutto dei centrali di difesa che permettono al Sassuolo di riaprire una partita ormai chiusa.

Tabellino

LAZIO-SASSUOLO 2-1

LAZIO (4-3-3) Marchetti, Basta, Hoedt, Wallace, Radu, Milinkovic (82’ Murgia), Parolo, Lulic, Anderson, Immobile (86’ Djordjevic), Keita (60’ Biglia). All. S. Inzaghi

SASSUOLO ( 5-3-2)  Consigli, Lirola, Terranova (81’ Ragusa), Acerbi, Peluso, Dell’Orco (56’ Matri), Biondini (71’ Duncan), Sensi, Pellegrini, Politano, Defrel. All. E. Di Francesco

Arbitro: Calvarese (sez. Teramo)

Marcatori: 50’ Lulic (L), 55’ Immobile (L), 57’ Defrel (S)

Ammoniti: Acerbi (S), Anderson (L), Lulic (L)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook