Oggi alla camera dei deputati presentazione del “conto economico del calcio italiano”

Oggi alla camera dei deputati presentazione del “conto economico del calcio italiano”

È stato presentato questa mattina, alla presenza delle più alte cariche federali e della stampa, presso l’auletta dei gruppi della camera dei deputati,  l’income statement of the italian football.

Il documento, unico nel suo genere, mostra , inizialmente, una rappresentazione aggregata dei dati di conto economico, una panoramica, a livello aggregato, dei campionati italiani, i numeri del calcio dilettantistico e scolastico ed infine i dati relativi al calcio professionistico.

Apre i lavori il padrone di casa, il presidente della commissione bilancio della camera dei deputati on. Francesco Boccia, che sottolinea l’importanza di questo studio, visto che il calcio fa parte ormai della vita quotidiana della maggior parte degli italiani. A seguire prende parola Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, il quale pone l’enfasi sul lavoro certosino che è stato svolto per arrivare a questo volume che va a fare una vera e propria “risonanza magnetica” del calcio. Prendono poi parola il partner della società di consulenza deloitte che ha collaborato alla stesura ed i professori universitari Gianfranco Ottaviano e Donato Masciandaro.

L’obiettivo di questo report è quello di determinare il valore economico del calcio italiano attraverso l’analisi del volume d’affari complessivo, dei costi totali e del valore economico prodotto dal settore, con valorizzazione e approfondimento dei dati relativi ai diversi target di riferimento, come federazioni, leghe, società professionistiche e dilettantistiche delle diverse discipline ( calcio a 11, calcio a 5 e beach soccer).

Se consideriamo che il mondo dello sport ha circa quattro milioni di tesserati, di questi un quarto appartiene al pianeta calcio. Bastano quattro numeri per far capire l’indotto mosso da questa “fabbrica”:

Tre miliardi e settecento milioni di euro di fatturato, oltre un miliardo di euro di contribuzione al fisco italiano e il coinvolgimento di quasi 235000 volontari  e oltre 40000 risorse retribuite.

Last but not least, l’intervento del direttore generale della FIGC Michele Uva che afferma “oggi abbiamo presentato questo importante report, ma non ci fermiamo qui. Da domani ricominciamo a lavorare per incrementare ulteriormente questo filone di studi”.

Simone Corbetta

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook