Inter – Torino 2-1, strepitoso Icardi (doppietta)

Inter – Torino 2-1, strepitoso Icardi (doppietta)

Se Inter – Torino fosse un film di Hollywood il suo titolo sarebbe “Salvate il soldato Frank”. E il finale sarebbe lieto. Il soldato Frank sarebbe portato in salvo dal suo fido compagno di avventura Mauro, al termine di una contesa in bilico fino alla fine. Nella realtà, Inter – Torino, finita 2-1 grazie alla doppietta di Icardi, non è stata una vera e propria guerra, non dal punto di visto dell’intensità e della grinta, ma De Boer può comunque ritenersi salvo, almeno per ora, dal linciaggio mediatico che in Italia colpisce sistematicamente i tecnici in difficoltà.

Il tecnico olandese opta per Eder sulla sinistra, con Candreva sul lato opposto e Icardi al centro dell’attacco. In mezzo al campo Joao Mario, Banega e Brozovic.
Mihajlovic confida in Belotti, supportato da Ljaijic e Iago Falque, per scardinare la difesa dell’Inter, non certamente imperforabile fino a questo punto della stagione.

Errore di Hart e Icardi sblocca – La partita, come prevedibile, la fa la squadra di casa. La voglia di riscatto è lampante nei giocatori nerazzurri, smaniosi di riscattarsi dopo tre sconfitte consecutive in campionato. Joao Mario ci prova subito con un tiro dai 25 metri che transita a mezzo metro dal palo destro della porta ospite. Per l’Inter sembra una serata dove tutto funziona alla perfezione. Brozovic e Banega sono mobili e dinamici, Candreva mostra fin da subito il suo caratteristico guizzo. Unica nota stonata Eder, costantemente impreciso al tiro dalla media distanza. L’Inter spinge e crossa, manovra e crea pericoli. Il gol è nell’aria e, puntualmente, arriva. Icardi è lesto ad approfittare di un errore di Hart in uscita e regala ai tifosi nerazzurri una gioia che ha il sapore della liberazione.
Il resto del primo tempo è poca roba. Il Toro non reagisce e l’Inter non fa nulla per alzare il ritmo di gara. La prima frazione di gara si chiude sul punteggio di 1-0.

Prodezza di Icardi a due minuti dalla fine – Il Toro rientra in campo con Maxi Lopez al posto di Iago Falque, tentativo audace di Mihajlovic di riportare in parità una partita giocata oggettivamente male dai granata nel primo tempo. La mossa si mostra da subito azzeccata. L’ex centravanti di Barcellona e Milan sfrutta il fisico giocando di sponda e aprendo spazi invitanti per il compagno di reparto Belotti. Il “Gallo” ha più libertà di svariare sulla linea offensiva e al minuto numero 63 trova l’inserimento giusto per presentarsi davanti ad Handanovic e trafiggerlo con un sinistro potentissimo che si infila sotto la traversa. È il gol dell’1-1.
De Boer riorganizza la squadra e l’Inter ha subito l’occasione per riportarsi in vantaggio: il gol divorato da Brozovic, che sulla linea di porta colpisce la schiena di un avversario mentre tutto lo stadio era già in piedi ad esultare, ha dell’incredibile. La gioia dei tifosi nerazzurri è però solo rimandata. A due minuti dal triplice fischio, Icardi si inventa una prodezza che fa dimenticare a tutti le polemiche che hanno fatto seguito alla pubblicazione della sua autobiografia: protezione di forza della palla, bomba di destro sotto l’incrocio e dritto sotto la curva ad esultare. È il gol della vittoria. È il gol che salva, almeno per il momento, la panchina di De Boer.

Meritano 2duerighe:

Icardi: il secondo gol è un pezzo di bravura unico. Una magia che vale da sola il prezzo del biglietto e che regala all’Inter tre punti fondamentali.

Hart: colpevole sul primo gol. Da uno come lui non ci si aspetta un errore così grossolano. Certo, può capitare, ma la macchia sulla sua prestazione resta.

Il tabellino:

Inter – Torino 2-1 (primo tempo 1-0)

MarcatoriI: Icardi (I) al 35′ p.t.; Belotti (T) al 18′, Icardi (I) al 43′ s.t.

Inter (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Joao Mario, Banega; Candreva, Icardi, Eder (Palacio dal 29′ s.t.). (Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Santon, D’Ambrosio, Miangue, Yao, Gnoukouri, Perisic, Gabriel Barbosa, Jovetic). All. De Boer.

Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Barreca; Acquah (dal 14′ s.t. Benassi), Valdifiori, Obi (dal 31′ s.t. Baselli); Iago Falque (dal 1′ s.t. Maxi Lopez), Belotti, Ljajic. (Padelli, Cucchietti, Bovo, Ajeti, Lukic, De Silvestri, Vives, Martinez, Boyé).

Arbitro: Massa di Imperia.

Note: spettatori 36.446. Ammoniti Valdifiori (T), Maxi Lopez (T), Benassi (T) e Belotti (T) per gioco scorretto. Recuperi: 2’ p.t.; 3’ s.t.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook