Milan – Juventus 1-0, decide un gran gol di Locatelli

Milan – Juventus 1-0, decide un gran gol di Locatelli

Sono le milanesi l’incubo della Juventus. Dopo la sconfitta contro l’Inter, i bianconeri escono nuovamente sconfitti da San Siro, questa volta contro un Milan cinico e ben organizzato, che accorcia le distanze sulla capolista e si candida di prepotenza ad anti-Juve.

Allegri continua a dare fiducia ad Hernanes, che agisce nella posizione di regista. In avanti la coppia Dybala-Higuain.
Montella schiera Locatelli difensore aggiunto, mentre affida a Bonaventura e Kucka il compito di disturbare rispettivamente Hernanes e Pjanic e far ripartire l’azione.

Gol regolare annullato a Pjanic – La partenza della Juve è più intensa, ma la parata più importante del primo tempo è quella di Buffon, su tiro a giro di sinistro di Suso. Dybala ci prova al volo su crosso di Alex Sandro, poi è costretto ad uscire per infortunio (problemi al bicipite femorale per l’argentino). Al suo posto Cuadrado. I pericoli per la Juve arrivano dalla fascia sinistra: Niang approfitta con costanza dei mancati rientri di Dani Alves, più preoccupato ad offendere che a difendere, ma trova sovente il muro dell’insuperabile Barzagli. Lo 0-0 con cui si conclude il primo tempo, al netto dell’errore dell’arbitro che annulla un gol regolarissimo a Pjanic su punizione, è tutto sommato giusto.

Prodigio Locatelli – Con l’infortunio di Dybala, la Juve perde tutta la sua creatività. Cuadrado nel ruolo di seconda punta è spaesato e confusionario. Higuain, orfano del suo compagno di reparto, non ha palloni giocabili. Il Milan, dal canto suo, sembra più preoccupato a chiudere gli spazi che a cercare la profondità. Servirebbe un guizzo per decidere la gara. E non bisogna attendere molto per vederlo arrivare: al 20’ Locatelli, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia bianconera, entra in area e scaglia un potente tiro di destro che tocca la parte inferiore della traversa e si spegne in porta. Buffon è impassibile. I tifosi bianconeri anche.

Allegri prova a scuotere i suoi inserendo Mandzukic e disegnando un 4-3-3 a trazione offensiva, mentre Montella risponde con un 5-3-2 old school. I bianconeri ci provano con il classico forcing disperato, ma il Milan mantiene l’1-0 per merito anche dello strepitoso volo di Donnarumma che leva un destro di Khedira dall’incrocio all’ultimo secondo. Milan – Juve finisce 1-0, come ormai non accadeva da tanto, troppo tempo.

Meritano 2duerighe:

Locatelli: il giovane centrocampista risulta ancora decisivo con un gol spettacolare. È il coronamento di una prestazione di sostanza, senza fronzoli. È già un giocatore di calcio. E che giocatore.

Pjanic: la sua prestazione non è degna della sua fama di genio del centrocampo. Anzi. Un Pjanic in queste condizioni è meglio non averlo in campo. Sbaglia troppo e troppo di continuo.

Il tabellino:

Milan – Juventus 1-0

Marcatore: Locatelli.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli (dal 36′ s.t. Gustavo Gomez), Bonaventura; Suso, Bacca (dal 47′ s.t. Lapadula), Niang (dal 24′ s.t. Poli). (Gabriel, Plizzari, Ely, Sosa, Honda, Luiz Adriano). All. Montella.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci Benatia (dal 30′ s.t. Mandzukic); Dani Alves, Khedira, Hernanes (dal 41′ s.t. Sturaro), Pjanic, Alex Sandro; Dybala (dal 33′ p.t. Cuadrado), Higuain. (Neto, Audero, Rugani, Lichtsteiner, Evra, Lemina, Marchisio, Kean). All. Allegri.

Arbitro: Rizzoli di Bologna.

Note: ammoniti Bonucci (J), Kucka (M), Dani Alves (J) per gioco scorretto, Pjanic (J) per proteste, Donnarumma (M), Poli (M) per comportamento non regolamentare. Spettatori 75.829, incasso di 3.699. 728, 45 euro. Recuperi: 3’ p.t., 5’ s.t.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook