Continua la rincorsa della Fiorentina alla Champions: al Franchi successo 3-2 dei viola

La Fiorentina vince sul campo dell’Artemio Franchi avendo la meglio di un ostico Genoa e sogna il terzo posto superando momentaneamente in classifica l’Inter (partita rinviata per maltempo) e la Lazio (posticipo alla ore 20.45). Buona la prestazione degli uomini di Montella, che confermano l’ottimo andamento casalingo con quattro vittorie nelle ultime 4 partite di seria A. Il Genoa, in cerca di punti salvezza e rinvigorito dalla cura Ballardini, è apparso nella prima frazione di gara eccessivamente rinunciatario, impegnato soprattutto a interrompere le iniziative viola, solo nel secondo tempo con l’ingresso di Jankovic e Jorquera i rossoblù sono riusciti a mettere sotto pressione la retroguardia fiorentina, acciuffando in due occasioni il pari. Momento importante della partita l’espulsione al 75° per doppio giallo del centrocampista del Genoa Bertolacci, che lascia la propria squadra in dieci nell’ultimo quarto d’ora di gara.
Montella schiara i suoi ragazzi con un 4-3-3, inserendo a centrocampo il rientrante Aquilani e affidandosi al tridente d’attacco Cuadrado-Jovetic-Ljajic che ben aveva impressionato all’Olimpico contro la Lazio. Ballardini, costretto a rinunciare a Borriello e a Frey, conferma il 3-5-1-1, e si affida in attacco a Immobile e in porta a Tzorvas.
Chiaro, fin dal calcio d’inizio, il canovaccio della partita, con la Fiorentina intenzionata a prendere in mano il pallino del gioco fin dalle battute iniziali, sfruttando il fraseggio dei propri centrocampisti, con il Genoa attento e pronto a ripartire in contropiede. La prima grande occasione del match si materializza solo al 20°, quando Cuadrato serve il pallone dell’uno a zero ad Aquilani che colpisce alto sopra la traversa. La Fiorentina crede nel vantaggio, e al 23° sfiora di nuovo il gol con Ljajic, dopo un assist di pregio del compagno Jovetic.La Viola alza il ritmo del proprio gioco e aumenta la pressione sui rossoblù, arrivando al gol con Aquilani, che da pochi passi mette in rete, concretizzando un’azione travolgente di Ljajic sulla destra. A cinque minuti dal termine Pizarro potrebbe mettere al sicuro il risultato, ma il suo tiro dopo una deviazione accidentale colpisce la traversa. Da segnalare allo scadere del primo tempo l’ammonizione di Bertolacci che avrà conseguenze sull’andamento della gara.
Nella ripresa Ballardini cerca di alzare il baricentro dei grifoni, ridisegnando il Genoa, con un 4-3-1-2, affiancando ad un isolato Immobile, il serbo Jankovic e il trequartista Jorquera. La partita si accende, e prima Vargas per i rossoblù, poi Aquilani per la Fiorentina sfiorano il gol, ma è su calcio d’angolo che gli uomini di Ballardini ottengono il pareggio, grazie ad uno stacco di testa di Portanova. Il Genoa appare ora più convinto e sfiora al 61° il sorpasso con un diagonale di Jorquera. Da un capovolgimento di fronte, approfittando di una presa non sicura di Tzorvas, Cuadrado sigla il nuovo sorpasso viola. I grifoni non demordono e dieci minuti dopo trovano il 2-2, con Antonelli, che lasciato colpevolmente solo in aria, su sponda di Jankovic trafigge il portiere avversario. Montella inserisce Toni e Matias Fernandez, cercando di aumentare la spinta della sua squadra. Al 75°Bertolacci commette un brutto fallo e riceve il secondo giallo, con conseguente espulsione. Un minuto dopo, da calcio d’angolo, si concretizza il definitivo vantaggio viola grazie ad un autorete del neo entrato Cassani, che porta il punteggio sul 3-2.Il Genoa accusa il colpo e in dieci non riesce più ad reagire, inutili sono i tre minuti di recupero finali, al Franchi termina con il successo della Fiorentina.

Damiano Rossi, redazione Roma
17 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook