Fantastica Inter! Vince alla grande, ma passa il Tottenham.

I nerazzurri segnano quattro gol, danno spettacolo, ma il gol di Adebayor realizzato nei supplementari, qualifica gli ” spurs.” Superlative le prove di Cassano in attacco e di  kovacic in cabina di regia.

C’è soddisfazione, ma anche tanto rammarico. L’Inter schiaccia il Tottenham, vince alla grande il big match di ritorno, ma tutto è inutile. L’impresa di rimontare lo svantaggio di tre gol a conclusione dei novanta minuti di gioco è perfettamente riuscita, ma il gol segnato, nei supplementari, da Adebayor ha però infranto un sogno che, vista la grande prestazione della squadra, poteva essere realizzato. Onore comunque all’ Inter che esce dall’ Europa League certamente a testa alta, contro un avversario temibile, forse uno dei migliori della competizione in corso. La squadra nerazzurra non ha mai mollato fino alla fine degli  extra time, creando numerose occasioni da gol anche grazie ad un gioco finalmente convincente. Se ne sono accorti alla fine tutti: i tifosi e il presidente Moratti, che, insieme al resto della famiglia, ha riservato alla squadra lunghi applausi.

Stramaccioni presenta in campo una formazione chiaramente offensiva e congeniale rispetto allo schieramento inglese. Guarin gioca dietro le punte Palacio e Cassano. In cabina di regia c’è il giovane Kovacic. Villas Boas, invece, schiera la squadra con un inedito 4 – 4 – 2.
L’Inter inizia alla grande. Cassano è subito una spina pericolosa per la difesa inglese. Al 20′ i nerazzurri avviano la rimonta: l’azione parte da Jonathan che serve Palacio a destra, cross immediato a centro area per Cassano, che di testa gonfia la rete.  Passano sei minuti e i nerazzurri vanno vicino al raddoppio con Palacio, ma il suo tiro a pallonetto incoccia la traversa.
Nella ripresa, il Tottenham prova ad affacciarsi in area nerazzurra, ma il tiro di Defoe è murato dalla difesa nerazzurra. L’ Inter gioca bene e al 52′ raddoppia: l’azione parte da Cambiasso che serve in profondità Palacio, scatto dell’argentino in area  e piattone preciso e angolato che supera Friedel. Il pubblico ora ci crede, perchè l’Inter ha il possesso del campo. Le azioni sono precise, i pericoli per gli avversari tanti. Al 75′ il sogno di rimonta si corona: Zanetti è atterrato quasi al limite. Punizione battuta da Cassano, sulla traettoria c’è Gallas che sbucia il pallone che rotola in rete. I tifosi urlano di gioia! Ora si ricomincia. Il risultato dell’andata è azzerato. All’85’ Naughton tira, ma bravo è Handanovic a mettere in angolo e a salvare l’Inter. Al 92′ Cambiasso potrebbe chiudere la gara con la vittoria e la qualificazione, ma il suo tentativo di sinistro si perde a pochi centimetri dal gol.
Si va ai supplementari. La prima occasione capita agli inglesi.  Handanovic però è reattivo e sventa il tentativo di testa di  Vertonghen, con Gallas che poi non riesce a centrare la porta. Al 96′ il Tottenham spezza le speranze nerazzurre  con Adebayor che mette dentro, dopo una respinta di Handanovic, il pallone della qualificazione. L’ Inter non demorde e al 110′ Alvarez realizza il quarto gol di testa su cross di Cassano; rete che però non basta ai nerazzurri, che escono immeritamente dall’Europa League.

di Luigi Rubino
15 marzo 2013

Inter – Tottenham  4 – 1 ( dopo supplementari)
Marcatori:  20 e 30′ Cassano, ( I) 47′ Palacio, ( I ) 7’pts Adebayor ( T ),  5’sts Alvarez ( I)
Inter: Handanovic, Jonathan,( 3’sts Ranocchia), Juan Jesus, Chivu, Zanetti, Gargano, Kovacic ( 79′ Benassi), Cambiasso,  Guarin,( 71′ Alvarez), Palacio,  Cassano. All: Stramaccioni
Tottenham: Friedel, Walker, Gallas, Vertonghen, Naughton, ( 14′ pts  Cauker),  Dembele,  Parker,  Livermore, (  70′ Lennon), Sigurdsson, Defoe, ( 11′ Holtby), Adebayor. All: Villas -Boas.
Arbitro: Bebek ( Croazia)
Note: ammoniti: Livermore, Friedel, Walker, Adebayor, ( T), Jean Jesus ( I)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook