Inter – Bologna 0-1, Gilardino allontana i nerazzurri dal terzo posto

Nel posticipo del 28° turno di Serie A, l’Inter perde contro il Bologna per 1 a 0 sul prato di casa di San Siro e vede passare e allontanarsi il treno per il terzo posto, ora più difficile da raggiungere. Dopo la disfatta di coppa, Stramaccioni aveva chiesto grinta e determinazione per perseguire l’obiettivo fondamentale della stagione, la qualificazione Champions; la risposta degli uomini nerazzurri, però, è stata scialba e priva di mordente, a causa anche di un Bologna molto ben messo in campo da Pioli.

L’inizio di gara è a tinte rossoblu, con il Bologna che riesce a creare nei primi 5 minuti ben due occasioni da gol: al 2° minuto Sorensen non approfitta di una brutta uscita di Carrizo e colpisce male di testa; dopo 2 minuti è Gabbiadini ad avere la palla del vantaggio, a seguito di una bella azione in velocità di Christodoulopoulos, ma il giovane attaccante in comproprietà tra Bologna e Juventus conclude sull’esterno della rete.

L’Inter prova a scuotersi, ma paga la troppa imprecisione a centrocampo. I nerazzurri non riescono ad ingranare la marcia giusta e al 10′ rischiano nuovamente di subire la rete degli ospiti, che non trovano il vantaggio per questione di centimetri con una bella girata a fil di palo di Gilardino.
La batosta europea contro il Tottenham si fa sentire, soprattutto nella testa; la paura di sbagliare sembra accompagnare ogni azione nerazzurra, trasformando facili appoggi a centrocampo in errori grossolani e occasioni di ripartenza per gli avversari. Gargano e Schelotto, in confusione totale, sembrano i giocatori che risentono maggiormente di questo clima di sfiducia generale; per fortuna dei nerazzurri, la tranquillità difensiva non sembra aver abbandonato Ranocchia, vero baluardo della squadra interista. Al 37′, però, anche il difensore ex Genoa e Bari cade nel tranello della deconcentrazione, lasciandosi superare ingenuamente da un lancio lungo e aprendo la strada verso la propria porta a Gabbiadini, il quale, però, non aggancia la palla a tu per tu con Carrizo e grazia la compagine allenata da Stramaccioni.
Il primo tempo finisce con il punteggio in parità e i fischi del popolo nerazzurro che accompagnano fuori dal terreno di gioco le squadre.

Al rientro dagli spogliatoi l’Inter si schiera in campo con un Cassano in più e un Benassi in meno. Il cambio di Stramaccioni, necessario alla luce della scarsa pericolosità della sua squadra nel primo tempo, regala ai nerazzurri una immediata iniezione di carica agonistica, grazie anche alla calorosa accoglienza riservata dalla Curva Nord a Fantantonio. Al 50′ Stankovic ha la palla giusta sul destro, ma temporeggia troppo al limite dell’area e si fa rimpallare il tiro dal muro difensivo rossoblu. L’euforia generata dall’ingresso di Cassano dura solamente pochi giri d’orologio. Il Bologna, infatti, non si scompone e continua a fare il suo gioco, fatto di concentrazione, compattezza e diligenza tattica. Stramaccioni sostituisce Stankovic con Kovacic, ma il copione non cambia; anzi, è il Bologna a farsi sempre più pericoloso. Al 58′, poi, il pericolo si trasforma in evento: lancio di Perez per Gilardino, che sorprende la difesa interista e di destro, al volo, supera Carrizo per il vantaggio rossoblu.
Stramaccioni prova subito a cambiare le carte in tavola e dare una scossa ai suoi sostituendo Schelotto con Cambiasso. La reazione nerazzurra arriva con Guarin, che prova il siluro da posizione defilata, costringendo Curci a deviare in calcio d’angolo. Subito dopo, al 70′, Cassano si invola sulla sinistra, si accentra per il tiro, ma la sua conclusione è ribattuta sul più bello da Naldo in spaccata. Il Bologna non si scompone e continua ad affacciarsi in avanti con continuità. All’80’ la squadra di Pioli sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Krhin, respinto alla grande da Carrizo.
Nel finale, Cambiasso regala l’ultimo brivido al pubblico del Meazza con un colpo di testa da centro area, su cui Curci compie un vero e proprio miracolo in tuffo. È l’ultimo atto della partita. Al Meazza di San Siro, Bologna batte Inter 1 a 0.

Giuseppe Ferrara (inviato al Meazza)
10 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook