Due magie di Icardi e il coraggio di De Boer rilanciano l’Inter contro il Pescara

Due magie di Icardi e il coraggio di De Boer rilanciano l’Inter contro il Pescara

Due magie di Icardi e il coraggio di De Boer regalano all’Inter la prima vittoria in campionato contro un ottimo Pescara. Tra i nerazzurri debutta Joao Mario a centrocampo a fianco di Medel. Banega gioca più avanti con Perisic e Candreva sugli esterni, a supporto dell’unica punta Icardi. Nel Pescara in attacco c’è Caprari, giocatore acquistato dall’Inter per l’anno prossimo, con l’apporto di Verre e Banali.

Banega pericoloso L’Inter subito dimostra grande determinazione e cerca di imporre la legge del più forte. La prima azione pericolosa nerazzurra parte da un cross di Perisic per Icardi che in scivolata, a pochi passi dalla porta, non riesce a dare il colpo decisivo. La gara cresce d’intensità con il passare dei minuti. Il Pescara non sta a guardare e risponde con azioni ficcanti. Cristante fallisce una buona occasione. La squadra di De Boer però, rispetto alle gare precedenti dimostra una migliore condizione fisica. Evidentemente il lavoro del nuovo tecnico sta dando i suoi frutti. Banega con un gran sinistro dal limite costringe Bizzarri a respingere, sul pallone si avventa Candreva ed ancora il portiere pescarese respinge di piede. Nel finale del primo tempo grande chance dei padroni di casa in contropiede con Caprari che in velocità serve Verre, tiro immediato dal centro area e traversa piena.

Esplode Icardi Nella ripresa, le emozioni sono tante. Icardi di testa manda il pallone alto. Il Pescara risponde con Memushaj che costringe Handanovic alla deviazione. Al 57′ Banega impegna Bizzarri che salva di piede.Poco dopo, Oddo sostituisce Benali con Bahebeck La mossa è giusta perchè  poco dopo proprio il transalpino, elude la marcatura di D’Ambrosio e con il sinistro in diagonale porta in vantaggio il Pescara. L’Inter  avverte il colpo. Handanovic salva su Verre. Al 75′ De Boer, imita Mourinho e opera tre cambi contemporaneamente. In campo entrano Eder, Jovetic e Palacio, al posto di Candreva, Perisic e Medel. Al 77′ arriva il pari nerazzurro. Cross millimetrico di Banega, torsione di  Icardi che di testa mette la palla in rete. I padroni di casa però non mollano e all’85’ con Bahebeck ( buona la sua prestazione), sono pericolosi, ma in porta c’è un certo Handanovic che mette in angolo. L’Inter risponde poco dopo con Palacio, ma il tiro dell’attaccante argentino è deviato da Bizzarri. Al 92′ svarione difensivo della difesa pescarese, Icardi, ancora lui, si inserisce tra Gyomber e Zampano, controlla il pallone e scarica in rete il pallone della vittoria.

Meritano 2duerighe:

Icardi Si conferma Killer implacabile. Bellissimo il primo gol, con perfetta girata di testa. Nel finale inventa un altro colpo che regala tre punti importanti alla sua Inter. Caprari: Dimostra grandi qualità. L’Inter, con il suo acquisto, ha fatto un affare.

D’Ambrosio. Responsabile sul gol pescarese, costringe l’Inter alla rimonta e a rincorrere la  vittoria che, per fortuna, arriva nel finale.

 

Pescara – Inter   1 – 2

Marcatori: 63′ Bahebeck ( P), 77′ e 92′ Icardi (I)

Pescara: Bizzarri, Zampano, Campagnaro, Gyomber, Biraghi, Cristante, Memushaj, Brugman, Verre,( 68′ Aquilani), Benali,(57′ Bahebeck), Caprari. All: Oddo

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon, Joao Mario, Medel ( 75′ Palacio), Candreva, ( 75′ Eder), Banega, Perisic,( 75′ Jovetic). All. De Boer

Arbitro: Damato di Barletta

Note: ammoniti: Gyomber( P), Joao Mario (I)

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook