La Juventus vince contro una buona Lazio

La Juventus vince contro una buona Lazio

La Juventus vince con un gol di Khedira nella ripresa contro una buona Lazio. Partita equilibrata nella prima frazione, con i padroni di casa che pressano alti e cercano di imbastire trame di gioco, il 3-4-3 di mister Inzaghi sembra dare solidità alla squadra specilamente al reparto difensivo. La Juventus, però, crea le situazioni più pericolose ad è l’unica squadra che tira in porta. Nella ripresa viene fuori il bagaglio tecnico superiore degli ospiti che costruiscono le azioni più importanti e colpiscono con Khedira al 66′ sfruttando un errore difensivo della Lazio. Per la prima volta nel campionato di Serie A si vede il “Cooling break”.

BUONA LAZIO-Il match inizia sotto il caldo estivo dell’Olimpico, questo però non vieta ai giocatori biancocelesti di correre e pressare alto la Juventus che, nella prima mezz’ora, stenta a trovare giocate importanti. La difesa a tre di Inzaghi si alza molto e va a sradicare palloni a Dybala e compagni, le ripartenze dei biancocelesti nascono da verticalizzazioni di gioco veloci che hanno come punto di riferimento Immobile. L’attaccante laziale sfiora il vantaggio al minuto 23 sfruttando una verticalizzazione di Anderson e un’uscita indecisa di Buffon, Benatia sulla linea salva i suoi. Al 25′ l’arbitro Guida concede per la prima volta il “cooling break” un piccolo time out di due minuti per consentire alle due squadre di dissetarsi. La Juventus si fa pericolosa con Asamoah che mette in difficoltà Marchetti con un tiro deviato da Basta che si impenna costringendo l’estremo difensore ad una non facile parata in due tempi. Il primo tempo termina in parità.

LA POTENZA DELLA JUVENTUS- Le squadre ritornano in campo con gli stessi effettivi ma gli ospiti hanno tutta un’altra mentalità ed energia rispetto alla prima frazione e passano una manciata di minuti prima che il divario tecnico e la mentalità vincente vengano fuori. La squadra di Allegri prende in mano il pallino del gioco e schiaccia i biancocelesti nella propria metà campo. Mandzukic ci prova con un tiro parato da Marchetti, Dybala prova a concludere con un diagonale velenoso che termina di pochissimo oltre il secondo palo. A nulla servono i cambi di Inzaghi che manda in campo Milinkovic e Patric al posto di Lulic e Lukaku, la Juventus continua a collezionare occasioni importanti ancora con Dybala che serve Khedira, Basta manda in angolo. La Lazio si affaccia una sola volta in area avversaria con un’ottima discesa di Anderson che suggerisce al centro area un pallone invitante ma Immobile e Parolo arrivano tardi. La Juventus trova il vantaggio con Khedira: ancora asse Dybala-Khedira, il primo verticalizza, Biglia sbaglia l’intervento e la sfera termina sui piedi del centrocampista che controlla e conclude sul secondo palo dove Marchetti non può nulla.Forte del vantaggio gli ospiti controllano il match senza correre troppi rischi, la Lazio, con cuore, sfiora il pareggio con una conclusione al volo di Patric a centro area, deviata da Benatia. E’ l’ultimo squillo degno di nota. Termina 0-1 per la Juventus.

Meritano 2duerighe

Khedira. Segna il gol decisivo e fornisce una prestazione importante a centrocampo, assieme a Dybala forma un’asse micidiale fatta di verticalizzazioni e conclusioni in porta.

Anderson. Sotto tono, un po svogliato, a tratti passeggia sul campo altre volte si infiamma e cerca la giocata. Troppi palloni sbagliati, mette però la grinta nel riconquistare palloni in fase difensiva.

Tabellino

LAZIO-JUVENTUS 0-1

LAZIO (3-4-3): Marchetti, Bastos, De Vrij, Radu, Basta (72′ Djordjevic), Parolo, Biglia, Lukaku (63′ Patric), Anderson, Immobile, Lulic (59′ Milinkovic). All. S. Inzaghi

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Benatia, Barzagli, Chiellini, Dani Alves (Lichtsteiner), Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro, Dybala (Pjaca), Mandzukic (Higuain). All. M. Allegri

Arbitro: Guida (sez. Torre Annunziata)

Marcatori: 66′ Khedira (J)

Ammoniti: Radu (L), Alex Sandro (J), Lemina (J)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook