Juventus; allo Stadium Khedira e Higuain regolano di misura la Fiorentina

Juventus; allo Stadium Khedira e Higuain regolano di misura la Fiorentina

Subito sfida da alta classifica per la Juventus, che allo Stadium batte per 2-1 la Fiorentina in una gara ancora dal sapore estivo. Allegri schiera i suoi con il rodato 3-5-2 senza Pjanic e Higuain (in panchina) mentre Sousa è costretto a rinunciare a Borja Valero e lancia dal primo minuto Federico Chiesa. La gara si è disputata su ritmi abbastanza lenti, con la Juventus sorniona ma cinica al momento giusto, in particolare in occasione del 2-1 realizzato da Higuain a soli 8 minuti dal suo ingresso in campo. La Fiorentina non è riuscita a esprimere il proprio gioco; il possesso di palla sterile e praticamente un solo tiro in porta – il pareggio di Kalinic – impongono a mister Sousa d’incitare i suoi a un cambio di rotta repentino.

Khedira ci mette la testa – La partita comincia con un brivido per la Fiorentina, che rischia di andare sotto per la respinta di Tatarusanu sui piedi di Khedira; il tedesco però calcia alto sulla traversa e grazia la Viola. La formazione di Sousa si ravvede dalla disattenzione ma è la Juventus a fare la partita. Al 19′ e al 28′ Dybala prova il tiro ma la mira non è granché. I padroni di casa però insistono e al 36′ passano in vantaggio con Khedira, bravo a prendere la mira e insaccare di testa un cross di Chiellini. La Viola fatica a reagire e in chiusura di tempo va vicina al raddoppio con Alex Sandro, che spara alto dal limite.

Kalinic pareggia ma Higuain chiude i conti – Nella ripresa la formazione di Allegri si limita a contenere la timida reazione Viola. La partita cala vistosamente di ritmo e nonostante un lungo possesso palla, la Fiorentina non riesce ad avvicinarsi a Buffon. La Juventus, però, si abbassa un po’ troppo e al 70′ concede un corner agli ospiti, che pareggiano i conti con il colpo di testa di Kalinic. I bianconeri non ci stanno e si portano nuovamente in vantaggio con il nuovo entrato Higuain, abile a trovarsi al posto giusto al momento giusto e a infilare Tatarusanu per il 2-1. Nel finale la formazione di Sousa non ne ha più; la Juventus, invece, si procura un altro paio di occasioni dal limite con Lemina ma Tatarusanu fa buona guardia ed evita il tris.

Meritano 2duerighe:

Khedira: E’ il cervello del centrocampo bianconero, sbaglia pochi palloni ed è sempre temibile negli inserimenti. Suo il gol del 1-0.

Chiesa: L’esordio in A contro i campioni d’Italia non carica – o forse sovraccarica – emotivamente il figlio del grande Enrico. Impalpabile, Sousa lo sostituisce all’intervallo.

TABELLINO:

JUVENTUS – FIORENTINA  2 – 1

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira (dal 43’ st Hernanes), Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Dybala (dal 40’ st Evra), Mandzukic (dal 21’ st Higuain). (Neto, Audero, Benatia, Rugani, Lichtsteiner, Marrone, Pjanic, Zaza, Pjaca). All. Allegri.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, G. Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Vecino, Badelj (dal 20’ st C. Sanchez), Alonso; Ilicic (dal 35’ st G. Rossi), F. Chiesa (dal 1’st Tello); Kalinic. (Lezzerini, Dragowski, De Maio, Zarate, M. Fernandez, Diks, I. Hagi, Babacar, Milic). All. Sousa.

Marcatori: Khedira, Higuain (J); Kalinic (F)

Arbitro: Davide Massa (sez. Imperia)

Ammoniti: Kalinic, Vecino, Tomovic (F); Barzagli (J)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook