APOTEOSI INTER! LA SQUADRA NERAZZURRA CONQUISTA LA SETTIMA COPPA ITALIA. BATTUTO IL PALERMO… DECISIVO ETO’O.

dall’inviato Luigi Rubino

Ancora un trofeo per l’Inter, il terzo della stagione, dopo la conquista della Supercoppa italiana e la vittoria nel Mondiale per Club della  gestione Benitez. Per Leonardo, invece, è il primo titolo conquistato, a termine di un’annata tutto sommato positiva. Decisivo Samule Eto’o, autore di due gol e di una prova maiuscola che ha fatto impazzire i numerosi tifosi nerazzurri presenti all’Olimpico. Complimenti al Palermo, che esce sconfitto a testa alta.

I rosaneri  hanno disputato un grande incontro, mettendo spesso in difficoltà i nerazzurri. Grande coreografie sugli spalti e tifosi palermitani giunti nella capitale con ogni mezzo. La curva siciliana  è infatti stracolma di vessilli rosaneri, quella nerazzurra presenta un colpo d’occhio eccezionale con migliaia di cartoncini colorati. L’Inter si presenta in campo senza Maicon squalificato e Cambiasso infortunato. Il Palermo è privo di Bacinovic e Bovo squalificati. Prima dell’entrata in campo, viene suonato l’Inno di Mameli. Poi si parte con i palermitani caricatissimi. La prima occasione da rete capita sui piedi di Hernandez che al 2′ colpisce l’esterno della rete. L’Inter si fa viva al 15’con Pazzini, ma l’ex sampdoriano è anticipato da Sirigu. Quattro minuti dopo, Julio Cesar compie una prodezza su Pastore, parando il tiro del giovane argentino. Al 24′ Carozzieri sostituisce Goran per infortunio. Al 26′ passa l’Inter: Sneijder serve deliziosamente  Eto’o che si invola verso la porta e con il destro batte Sirugu. Esplode la curva nerazzurra: Eto’o!!!! Per il camerunense è il 36esimo gol. Il Palermo risponde immediatamente con Hernandez, ma Julio Cesar sventa la minaccia. Il primo tempo finisce con i nerazurri in vantaggio. Nella ripresa, i rosaneri insistono in avanti, ma la difesa interista fa buona guardia prima con Chivu e poi con Julio Cesar. Al 55′ Delio Rossi butta nella mischia Miccoli per dare più fantasia ed efficacia alla manovra della sua squadra. Proprio il neo entrato si rende subito protagonista con un colpo di testa  che però viene sventato con bravura dal portiere nerazzurro. Al 16′ cambio tra le file nerazzure. Entra Pandev ed esce Pazzini. Eto’o divente così punta centrale. Chivu al 67′ anticipa correttamente Hernandez. L’intervento è “pulito”. il difensore interista infatti non commette fallo. Al 31′ Pandev si invola sulla sinistra, servizio per Sneijder ad Eto’o e gran diagonale che supera Sirugu. Sugli spalti è apoteosi Inter!  Più tardi sono ancora i nerazzurri a sfiorare il gol con Sneijder, ma Sirugu si oppone con bravura. Il Palermo però accorcia le distanze con Munoz con un colpo di testa su un calcio d’angolo molto dubbio. Più tardi viene espulso Munoz  per fallo su Mariga. Palermo ora in dieci. L’Inter poi sfiora il terzo gol su punizione battuta da Eto’o con palla che si stampa sulla traversa. A chiudere la contesa ci pensa al 92′ Milito ( tornato al gol dopo l’infortunio) che realizza di destro su suggerimento di Pandev. La partita finisce. L’Inter vince la sua settima  Coppa Italia tra il tripudio dei suoi tifosi, gli abbracci  e i gavettoni tra i giocatori nerazzurri e i pianti di Delio Rossi.

 

Inter – Palermo  3 – 1

Inter: Julio Cesar, Nagatomo, Lucio, Ranocchia, Chivu, Thiago Motta, ( 87′ Mariga), Zanetti, Stankovic, Sneijder ( 87′ Milito), Pazzini, ( 61′ Pandev). A disposizione: Castellazzi, Kharja, Materazzi, Samuel. All. Leonardo

Palermo:  Sirigu, Cassani, Munoz, Goian, ( 24′ Carozzieri), Balzaretti, Migliaccio, Acquah, ( 55′ Miccoli) Nocerino, Ilicic, Pastore, Hernandez ( 78′ Pinilla). A disposizione: Benussi, Kasami, Liverani, Darmian. All. Delio Rossi

 

Arbitro: Morganti di Ascoli Piceno

 

Reti: 26′ e 77′ Eto’o, 88′ Munoz, 92′ Milito

 

Note: Spettatori 70mila. Serata tipicamente estiva. Ammoniti: Acquah, Munoz, Carozzieri ( Pa). Espulso: Munoz ( Pa) al 90′. Recuperi: Pt: 1′ St: 5

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook