Chievo schiaccia chiodo, il ritorno di Milito solo un caso?

In una Milano fredda, ma non ancora innevata, la squadra di Stramaccioni ha la meglio su quella ci Corini. Inter – Chievo 3-1

I nerazzurri sono gli unici a far punti nella zona Champions, approfittando del passo falso di Milan, Lazio, Napoli e Fiorentina fanno un corposo salto in classifica. La partita da subito viene condizionata da un goffo errore del portiere del Chievo, Puggioni, che però nell’arco della partita si rifarà con strepitosi interventi ad evitare la goleada.
La prima rete viene siglata dal talento barese, Cassano, che con un tiro teso mette in apprensione la difesa del Chievo, ma ancora di più la presa molto incerta dell’estremo difensore che si fa scivolare la sfera sotto le braccia, e già al 2’ minuto i Nerazzurri si trovano in vantaggio. Ma con la disattenzione dimostrata dalla squadra di Stramaccioni negli ultimi tempi, ci si può aspettare anche che il Chievo si trovi in un paio d’occasioni, inspiegabilmente, indisturbato davanti alla porta difesa da Handanovic. Ed in una delle due occasioni che il portiere capitolizza, grazie ad un preciso colpo di testa di Rigoni.

Le disattenzioni difensive vengono però sopperite dalla fame e dalla voglia dell’intera squadra milanese che si rendono pericolosi in molteplici occasioni, sia con i veterani che con i nuovi acquisti. Ma a regalare il vantaggio, al 26’ del match, è stato Ranocchia con un imperioso colpo di testa su calcio d’angolo.
Da lì in poi, il Chievo di Corini, sembra essersi assopito dalla pressione del Meazza e dalla voglia di vittoria che aleggia tra i beniamini di Moratti. Il secondo tempo riparte in discesa per i Nerazzurri, che rendono grazie al “Principe” Milito,  che firma il suo primo gol del 2013, proprio al 5’ minuto.
Da lì in poi la partita prende una forma unilaterale, rischiando più volte, di divenire una goleada a favore dei milanesi, ma la voglia di rivalsa e la qualità di Puggioni, congelano il 3-1, in un San Siro freddo, ma scaldato e scandito anche da un applauditissimo rientro, dopo un anno, di Stankovic, applauditissimo dai tifosi.

Antonio Provitina
11 febbraio 2013

TABELLINO:
INTER-CHIEVO VERONA 3-1
Marcatori: 2′ Cassano, 21′ Rigoni, 26′ Ranocchia, 5′ st Milito
Inter: 1 Handanovic; 4 Zanetti, 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus, 55 Nagatomo; 19 Cambiasso (31′ st Stankovic), 17 Kuzmanovic (39′ st Schelotto), 21 Gargano; 8 Palacio, 22 Milito (20′ st Alvarez), 99 Cassano.
A disposizione: 27 Belec, 30 Carrizo, 6 Silvestre, 7 Schelotto, 18 Rocchi, 31 Pereira, 42 Jonathan.
Allenatore: Andrea Stramaccioni.
Chievo Verona: 1 Puggioni; 7 Seymour (25′ st Luciano), 3 Andreolli, 2 Dainelli, 51 Acerbi, 13 Jokic; 14 Cofie (19′ st Spyropoulos), 16 Rigoni, 56 Hetemaj; 43 Paloschi (31′ st Pellissier), 77 Thereau.
A disposizione: 18 Squizzi, 88 Ujkani, 12 Cesar, 17 Sampirisi, 21 Frey, 25 Vacek, 26 Farkas, 27 Hauche, 33 Papp.
Allenatore: Eugenio Corini.
Arbitro: Marco Guida (sez. arbitrale di Torre Annunziata).
Note. Ammoniti: 18′ Rigoni, 28′ Ranocchia, 48′ st Stankovic. Recupero: pt 2, st 4. Spettatori: 37.886

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook