La Slovacchia ingabbia l’Inghilterra. 0 – 0 a Saint-Etienne

La Slovacchia ingabbia l’Inghilterra. 0 – 0 a Saint-Etienne

Sotto gli occhi del superprotetto Principe William va in scena l’ultima partita del giorne B degli Europei. Partita noiosa e senza colpi di scena che finisce con un pareggio a reti bianche. Hodgson rimpasta la sua squadra con sei cambi: Rooney lascia il posto a Henderson, in attacco Kane e Sterling a Sturridge e ad un vivace Vardy, Wilshere ad Alli e Clyne e Bertrand per i due centrali Walker e Rose. Kozak invece dà fiducia ai titolari e schiera Duda da ‘falso nueve’ da solo in avanti con il resto della squadra a ranghi serrati.

Missione zero a zero – Possesso palla tutto inglese ma che non sfocia in nulla di interessante o pericoloso. L’Inghilterra costringe per tutto il primo tempo la Slovacchia in una strenua difesa della sua area con Kozacik impegnato negli straordinari, al 20’ esce bene su Vardy che aveva bruciato in velocità Skrtel e al 33’ su Lallana che conclude troppo centralmente su cross di Henderson.

Hamsik e compagni non osano produrre azioni offensive corali ma si affidano a lanci lunghi facile preda dei centrali inglesi anche perchè le notizie che giungono dall’altra partita del gruppo sono favorevoli: la vittoria del Galles ed un pareggio con l’Inghilterra gli concederebbe la possibilità di essere ripescati come terzi.

Si chiude un primo tempo scarno di episodi e di emozioni in cui l’unica bella notizia è il comportamento dei tifosi inglesi che cantano e supportano la loro squadra senza intemperanze.

Incubo Mak – La Slovacchia scende in campo prepotente e mette paura ai Leoni. Su un fallo laterale non si capiscono Hurt e Smalling e per poco Mak non fa il colpaccio, sulla ripartenza il solito Kozakic neutralizza un bel tiro di Clyne e di nuovo la Slovacchia fa venire i brividi con un tiro di Weiss che Hart blocca a terra.

Sembra che l’incontro possa regalare una svolta ma è solo un’illusione. Hodgson riempie la sua squadra di attaccanti e getta in campo Rooney, Alli e Kane, Kozak corre ai ripari toglie Duda e si copre con Svento. L’Inghilterra preme ma è troppo confusionaria e poco concreta se si esclude al 63’ Skrtel che respinge sulla linea di porta un colpo di testa di Alli su cross di Henderson.

La partita finisce con un recupero di cinque minuti che non servono però agli inglesi per vincere. Inghilterra quindi seconda nel suo girone che intravede il Portogallo negli ottavi e la Slovacchia con buone possibilità di essere ripescata come terza.

Meritano 2duerighe:

Kozacik: migliore in campo assieme a tutta la sua difesa. Si chiude come una saracinesca e non lascia nemmeno un spazio per le incursioni di Vardy & Co.

Roy Hodgson: ridimensionato dalle prestazioni dei suoi uomini dichiara di non aver sbagliato a cambiare formazione ma manca il primo posto e rischia addirittura ad inizio ripresa, complice Smalling, di subire la beffa del gol.

TABELLINO

INGHILTERRA – SLOVACCHIA 0-0

Inghilterra (4-3-3): Hart, Clyne, Cahill, Smalling, Bertrand, Henderson, Dier, Wilshere (56’ Rooney), Lallana (61’ Alli), Vardy, Sturridge (76’ Kane). All: Roy Hodgson.

Slovacchia (4-5-1): Kozacik, Hubocan, Durica, Skrtel, Pekarik, Weiss (78’ Skriniar), Hamsik, Pecovsky (67’ Gyomber), Kucka, Mak, Duda (57’ Svento). All: Jàn Kozak.

Ammoniti: 52’ Bertrand (I), 24’ Pecovsky (R).

Arbitro: Velasco (SPA)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook