La Juve inciampa in Coppa Italia: 1-1 con la Lazio tutto rinviato all’olimpico

Si gioca a Torino la prima partita d’andata delle semifinali di Coppa Italia. La Juve si presenta con un 3-5-1-1, Matri unica punta e Pogba in versione vice-Pirlo. Vucinic dalla panchina. La Lazio risponde con lo stesso modulo: Floccari avanti supportato da Mauri poco più dietro. Klose indisponibile, forse ritornerà in campo giusto per il ritorno. Le corsie esterne della Juve si dimostrano molto praticabili. Nei primi minuti infatti è Marchisio che ci prova con un incursione dalla trequarti. Marchetti bravo neutralizza la conclusione. Passano i minuti e la Lazio prende confidenza con il campo. Prima si divora un regalo già impacchettato da Storari dopo un’uscita difettosa, poi Mauri sfiora di nuovo la rete da sotto la porta. Perentoriaa la chiusura di Barzagli in questa occasione. Nel finale Bonucci lascia il posto a Caceres  per una botta nella regione lombare.Le squadre vanno quindi negli spogliatoi con il risultato bloccato sullo 0-0.

Il secondo tempo è targato Juve. Dopo pochi minuti Marrone lancia Matri, che apri il piattone destro al volo, Marchetti si supera con un colpo di reni per deviare sopra la traversa la conclusione. Passano poco più di dieci minuti e la Juve passa. Peluso vola in cielo, aiutandosi un po’ sulle spalle di Lulic, e devia in rete il cross dalla sinistra di Giaccherini. La Juve però non si accontenta e spinge ancora. E’ di Vidal l’occasione colossale per chiudere la partita. Inserimento a bucare la difesa, conclusione rasoterra e palo pieno a portiere ormai battuto. Al 40’ è ancora Vidal a sfiorare di nuovo il gol. Su un cross dalla destra lo Juventino devia bene il pallone in rete. Sembra tutto gia fatto ma Marchetti, rimasto dapprima spiazzato, con uno scatto felino raggiunge il pallone proprio sulla riga. Il portiere laziale si conferma idoneo per la nazionale. All’ultimo minuto però la beffa. Mauri sugli sviluppi di un angolo, spinge in rete il pallone appena deviato da un difensore bianconero. Storari poteva fare meglio. La Lazio gioisce, la Juve si rammarica. Tutto rinviato alla prossima settimana all’Olimpico di Roma.

 

Alessandro Righelli
23 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook