I ‘leoni’ steccano la prima: Inghilterra – Russia 1 – 1

I ‘leoni’ steccano la prima: Inghilterra – Russia 1 – 1

La città di Marsiglia è ancora una volta, dopo i Mondiali del 1998 e nel 2000 per Olympique Marsiglia – Chelsea, teatro di scontri cruenti tra tifosi inglesi, russi e francesi. Il bollettino è agghiacciante: il Vieux Port invaso e devastato da tifosi ubriachi che fin dal mattino avevano iniziato a bere birra lascia sul campo 6 persone fermate, 31 feriti e di questi un russo è grave ed un inglese in fin di vita.

Gli scontri si spostano nella zona antistante lo stadio e poi continuano anche dentro lo stadio a fine partita quando un gruppo di tifosi russi scavalca le barriere a causa di un fumogeno lanciato contro il loro settore dagli inglesi irritati per il pareggio arrivato nel recupero. Negli scontri sarebbero rimasti feriti anche una donna ed un bambino.

Tutto ciò poteva essere evitato. Il sindaco di Marsiglia aveva proposto di chiudere i locali attorno alla zona del porto ma gli esercenti si sono rifiutati, lasciando aperti gli esercizi e continuando a vendere alcoolici con il risultato di scontri veementi, di tutti contro tutti, con la polizia che ha effettuato innumerevoli cariche e sparato lacrimogeni in una città sotto assedio.

Il resto lascia poco spazio alla cronaca di una partita a lunghi tratti noiosa.

Ci si aspettava molto di più dalla proclamata outsider Inghilterra ma la squadra di Hodgson inizia al gran galoppo e finisce il primo tempo con una grande quantità di occasioni sprecate, tutte con quella mancanza di finalizzazione tipica delle squadre “giovani”, senza quell’amalgama che hanno le squadre navigate. In grande spolvero Lallana ed un Rooney molto arretrato in regia sempre pronto a verticalizzare. Da menzionare al 7’ un gran tiro di Lallana neutralizzato da Akinfeev e di nuovo Lallana al 22’ manda fuori di poco su assist di Walker. La Russia, sorniona, si limita a difendere e non tenta mai la sortita se si eccettua un calcio di punizione che non sortisce alcun effetto.

Nel secondo tempo l’Inghilterra cambia tattica e lascia il pallino del gioco agli avversari e la partita diventa una sorta di contropiede versus contropiede. La Russia tenta sortite in area avversaria ma si affida ai lanci lunghi, spesso non troppo precisi, e non riesce a finalizzare. La partita è sotto ritmo le compagini preferiscono non rischiare aspettando qualche errore dell’avversario. Più incisiva la Russia che al 59’ su calcio d’angolo per poco non costringe Dier all’autorete ma Hart ci mette la manona ed al 63’ Smolov calcia a rete ma la palla esce di poco alla destra di Hart.

Al 73’ il vantaggio inglese su punizione, alquanto dubbia per un fallo di Schennikov, batte Dier che indirizza la palla sotto la traversa con la complicità di Akinfeev, poco prima determinante su un tiro a botta sicura di Rooney.

Al 79’ è Lallana a cercare il bersaglio grosso con un tiro teso da fuori area ma non centra la porta.

La Russia gioca meglio dell’Inghilterra ma non brilla nei singoli al contrario dell’Inghilterra che, spenta, trova però nei suoi uomini di punta quel qualcosa in più che le sta per regalare i tre punti.

Ma è nel recupero che la Russia trova il pareggio. Su cross di Smolnikov il capitano Berezutski svetta come una torre tra i due difensori inglesi e insacca alle spalle di uno spaesato Hart la palla di un pari che sa di beffa.

Meritano 2duerighe:

Berezutski: tatticamente da rivedere ma una garanzia in difesa. Gran lottatore ci crede fino in ultimo quando stacca fino in cielo per il meritato pareggio.

Sterling: l’acquisto più costoso della Premier League sembra la brutta copia di Gervinho. Evanescente, impreciso, inconcludente corre a vuoto e sbaglia ogni pallone.

TABELLINO

INGHILTERRA – RUSSIA 1-1

Inghilterra (4-3-3): Hart, Rose, Smalling, Cahill, Walker, Rooney (78’ Wilshere), Dier, Alli, Sterling (87’ Milner), Kane, Lallana. All. Roy Hodgson.

Russia (4-2-3-1): Akinfeev, Smolnikov, Ignashevic, Berezutski, Schennikov, Neustadter (80’ Olushakov), Golovin (77’ Shirokov), Smolov (85’ Mamaev), Shatov, Kokorin, Dzyuba. All. Leonid Slutski

Marcatori: 73’ Dier (I), 90+2’ Berezutski (R)

Ammoniti: Cahill (I), Schenniko (R)

Arbitro: Rizzoli (Italia)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook