United stop: si fa rimontare dal Tottenhamn – Chelsea super, Arsenal battuto

Il clima al White Hart Lane è da brividi: gelo e neve ricoprono la partita tra Tottenham e Manchester United. Ferguson lascia in panchina Rooney e puntando tutto su Van Persie. Gli Spurs al 13’ provano a riscaldare l’atmosfera con un rasoterra di Lennon dal limite dell’area, neutralizzato da De Gea senza troppi problemi. Ci pensano però i Red Devils al 25’ andando in vantaggio alla loro prima occasione. Cross di Cleverley dalla destra, difesa avversaria paralizzata e Van Persie ne approfitta svettando di testa, segnando il suo diciottesimo gol stagionale. Il Tottenham non ci sta e rispondono pochi minuti più tardi con Defoe che cerca la porta da un angolazione proibitiva: De Gea si fa trovare pronto e devia in angolo. Allo scadere del primo tempo Bale scarica una sassata da fuori area ma è ancora attento il portiere dello United che ribatte con il ginocchio sinistro.
La ripresa inizia con il Tottenham in avanti ma non riesce a finalizzare alcune buone occasioni. La più importante arriva con una percussione di Dempsey, estinta ancora una volta da De Gea. Ferguson al 63’ mette in campo Rooney e proprio il nazionale inglese reclama pochi minuti più tardi un rigore su intervento di Caulker che poteva starci. Al secondo minuto di recupero il Tottenham fa il colpaccio. Cross di Assou-Ekotto, De Gea respinge corto e Lennon si fionda sul pallone smarcando Dempsey davanti alla porta. L’americano appoggia il pallone in porta e sigla il gol che vale il quarto posto e un posto in Champions League.

Chelsea-Arsenal. (2-1)
La neve continua a scendere su Londra e anche la supersfida tra Chelsea e Arsenal viene imbiancata. Ci pensa subito Mata al 6’ a scaldare il pubblico segnando il primo della gara. Azpilicueta trova Mata, liberatosi in area, che tutto solo trafigge Szczesny. I Blues continuano a farsi sotto. Diaby perde palla a centro campo, Mata pesca Ramires in area che viene travolto dal portiere dei Gunners. Giallo e rigore: Lampard non sbaglia e sigla il suo 195’ gol con la maglia dei Blues.
L’Arsenal prova a reagire solo all’inizio del secondo tempo. Walcott mette il turbo sul filo del fuorigioco e con un destro millimetrico trova l angolino giusto. Al 9’ Torres fa spazio a Demba Ba. Proprio il senegalese rischia di trovare il gol dribblando Szczesny sugli sviluppi di una ripartenza bruciante. La sua conclusione però viene spenta dall’ottima chiusura di Vermaelen. Fischio finale allo Stamford Bridge e l’Arsenal dopo cinque risultati utili si deve fermare al cospetto di un ottimo Chelsea.

 

Alessandro Righelli
20 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook