Show della Roma, Milan travolto 4-2

La mano di Zeman ora comincia a vedersi davvero e la Roma, con una sontuosa prestazione, spazza via il Milan 4-2 all’Olimpico nel posticipo del diciottesimo turno di Serie A.

Il tecnico boemo recupera e schiera Marquinhos in mezzo alla difesa, mentre conferma il tridente Lamela-Osvaldo-Totti.

Allegri si affida ancora al 4-3-3 con un centrocampo muscolare puntando in avanti sulla rapidità e sulla fantasia di Robinho ed El Shaarawy.

Ritmi alti fin dall’avvio, il Milan si fa vedere subito in apertura con El Shaarawy che prova dal limite ma il pallone esce di poco.

 

I giallorossi al 12’ rispondono con Osvaldo sul quale è bravo Amelia ad intervenire, sul corner seguente Burdisso stacca indisturbato e trova il vantaggio romanista.

La partita si infiamma ed il Milan reagisce sempre con il suo numero 92 che davanti a Goicoechea sciupa una clamorosa occasione cercando di dribblare il portiere anziché tirare. Passano sei minuti e la Roma trova il raddoppio: Osvaldo raccoglie un cross dalla sinistra di Totti e sovrastando Yepes firma il 2-0.

I padroni di casa volano mentre i rossoneri accusano il secondo gol, la squadra di Zeman domina a tutto campo, il Milan non riesce a riorganizzarsi e viene infilato nuovamente: la terza marcatura arriva al 30’ con Lamela che sfrutta un filtrante di De Rossi e batte ancora Amelia.

La Roma dilaga, la squadra di Allegri sbanda completamente e chiude il primo tempo con la peggior prestazione stagionale.

Nella ripresa lo show romanista prosegue e i giallorossi sfiorano prima il gol con Totti e al 16’ trovano il 4-0 ancora con Lamela che di testa beffa Amelia impattando un cross sempre dalla sinistra. Tre minuti dopo il Milan si scuote e fallisce una doppia palla gol, prima Robinho e poi Boateng non trovano la rete grazie ad un intervento reattivo di Goicoechea.

Al 26’ altro sussulto rossonero: Boateng imbeccato da Bojan trova la respinta del portiere romanista, sulla ribattuta colpisce il palo, l’azione prosegue e Montolivo calcia in porta ma ancora l’estremo difensore della Roma para.

Al 33’ Marquinhos viene espulso dopo aver bloccato con la mano una chiara occasione da gol per i rossoneri, il Milan ha il merito di non disunirsi e trova il gol del 4-1 con Pazzini su rigore al 41’. Due minuti più tardi El Shaarawy pesca ancora Pazzini che di testa impegna Goicoechea, sulla respinta si avventa Bojan che accorcia ulteriormente le distanze, fissando il risultato sul 4-2, un trionfo per la Roma, un brutto passo falso per la squadra di Allegri.

ROMA-MILAN 4-2 (PRIMO TEMPO 3-0)

Marcatori: Burdisso 13’, Osvaldo 23’, Lamela 30’ e 61’, Pazzini (rig.) 86’, Bojan 88’.

Ammoniti: Yepes, Burdisso, Mexes, Ambrosini.

Espulsi: Marquinhos.

ROMA (4-3-3): Goicoechea; Piris, Burdisso, Marquinhos, Balzaretti; Pjanic, De Rossi, Bradley; Lamela (68’ Florenzi), Osvaldo (68’ Destro), Totti (80’ Romagnoli).

All.: Z. Zeman.

MILAN (4-3-3): Amelia; De Sciglio, Mexes, Yepes, Constant; Montolivo, Ambrosini (76’ Muntari), Nocerino (56’ Pazzini); Robinho (70’ Bojan), Boateng, El Shaarawy.

All.: M. Allegri.

ARBITRO: G. Rocchi (FI)

Matteo Ciofi

23 dicembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook