L’Inter ritrova il suo Jo-Jo contro l’Udinese e blinda il quarto posto

L’Inter ritrova il suo Jo-Jo contro l’Udinese e blinda il quarto posto

Incandescente notte dell’Inter al Meazza, che contro una buona Udinese, ritrova il suo Jo-Jo e consolida il quarto posto in classifica. Per i nerazzurri non è stata una vittoria facile, anche perchè i bianconeri friulani hanno corso e giocato fino al termine della gara. Decisivo Jovetic, autore di una  doppietta che fa esultare il popolo nerazzurro, presunte ancora numeroso al Meazza. Il montenegrino non andava in rete da quattro mesi, precisamente dalla gara d’andata proprio contro la squadra friuliana. Rivede il gol anche Eder, che subentrato nei minuti finale ad Icardi ( grande prova), segna il suo primo gol in questa stagione con la maglia dell’Inter.

Anche contro l’Udinese, Mancini presenta delle novità. In difesa torna a sinistra Juan Jesus. Al posto di Perisic gioca Biabiany. A centrocampo non c’è Medel, squalificato, ma Melo con Kondgobia. Nell’Udinese, De Canio recupera Felipe e schiera Wague al posto di Heurtaux.

Thereau gran gol Il vantaggio dell’Udinese arriva presto. Lancio millimetrico di Badu, inserimento perfetto in area per vie centrali di Thereau tra due difensori e botta a volo fulminante che supera l’incolpevole Handanovic. L’Inter cerca di reagire. Kondgobia dimostra grande dinamismo e con un tiro da lontano impegna Karnezis. In avanti Icardi si muove molto, cercando spazi utili. Al 36′ grande controllo di Maurito che aggancia un pallone in area, servizio per Jovetic che bene appostato al centro  non ha difficoltà a mettere nel sacco.

Jovetic determinante Il secondo tempo è più vivo del primo. La sfida diverte e l’Inter riprende ad attaccare senza sosta. L’Udinese, però risponde colpo su colpo. Brozovic, imbeccato bene da Kondgobia, sfiora il gol. Poi sono i friulani con Fernandes a scheggiare la traversa. Più tardi Brozo ci riprova, ma attento è il portiere dell’Udinese che salva la sua squadra. Mancini sostituisce Juan Jesus con Perisic. La pressione nerazzurra aumenta. Al 75′ Biabiany recupera un pallone sulla destra e con un magistrale cross regala a Jovetic il secondo pallone, che il montenegrino appoggia in rete di petto. Al 79′ Mancini fa uscire Icardi e fa entrare Eder. Nei minuti di recupero, Handanovic dice no ad un pericoloso tentativo di Zapata. Sull’immediato capovolgimento dell’azione è poi Eder, servito splendidamente in verticale da Brozovic a infilarsi in area e consacrare, con il suo ritorno al gol, la meritata vittoria nerazzurra.

Jovetic: Torna al gol, dpo molto tempo, in una notte che non dimenticherà tanto facilmente. L’intesa con Icardi, che porta alla vittoria, è perfetta. Icardi: Non segna, ma si batte alla grande, creando tanto anche in veste di suggeritore. Brozovic: A destra o a sinistra non si ferma mai. Quando ha palla al piede crea sempre qualcosa. Thereau: un gol spettacolare nella scala del calcio. Non è da poco.

Wague: Non sempre attento in difesa, spesso è in difficoltà contro Icardi.

Inter – Udinese 3 – 1

Marcatori: 9′ Thereau (U), 36′ e 75′ Jovetic (I), 96′ Eder (I)

Inter: Handanovic, Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, ( 65′ Perisic), Brozovic, Melo, Kondgobia, Biabiany,( 86’D’ Ambrosio), Icardi, ( 79′ Eder), Jovetic. All: Mancini

Udinese: Karnezis, Wague, Danilo,Felipe (81′ Matos), Widmer, Badu, Kuzmanovic, Fernandes, (85′ Hallfredssson), Edenilson,( 76′ Pasquale), Zapata, Thereau. All: De Canio

Arbitro: Celi

Note: Spettatori: 48.012 Ammoniti: Jovetevic (I), Danilo (U), Kondgobia (I), Perisic (I), Zapata (U)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook