Il Bologna innalza un muro e la Roma non passa: 1 – 1 all’Olimpico

Il Bologna innalza un muro e la Roma non passa: 1 – 1 all’Olimpico

Si chiude di Lunedì la lunghissima trentaduesima giornata di Serie A. All’Olimpico va di scena Roma – Bologna, con i giallorossi che vogliono tenere il passo del Napoli e mantenere a debita distanza l’Inter di Mancini. Il Bologna, dall’altro lato, sembra aver perso la spinta iniziale data dall’arrivo di Donadoni in panchina e necessita di punti per distanziare ulteriormente la zona retrocessione. I rossoblu hanno racimolato soltanto 2 punti nelle ultime 5 partite e la vittoria manca addirittura da metà febbraio (0-1 ad Udine).

Cronaca a tinte giallorosse- Se si dovesse scrivere una cronaca si tratterebbe di un monologo a colori giallorossi, per come la Roma ha gestito e comandato la gara in lungo e in largo e per come il Bologna, soprattutto dopo l’insperato vantaggio, ha rinunciato totalmente ad uscire dalla propria metà campo, complice anche l’estrema pressione della compagine di casa. La formazione di Spalletti può recriminare per tre legni colpiti e per un leggero nervosismo eccessivo, forse causato anche dalla barricata che il Bologna ha eretto, in particolar modo nei secondi 45 minuti. Eppure è stato proprio il Bologna a passare in vantaggio: la brutta sorpresa che ha colpito i quasi 20.000 spettatori presenti è capitata al ventiseiesimo, quando Rossettini viene dimenticato e lasciato colpire di testa dalla retroguardia giallorossa sugli sviluppi di un corner. La forza mentale della Roma, però, in questo periodo è un fattore di non poco conto e a cavallo tra primo e secondo tempo ricomincia a spingere a testa bassa. Sono molteplici le occasioni da rete per la formazione di casa, da Salah a Perotti, passando da El Sharaawy a Francesco Totti, fino ad arrivare a Florenzi. Tutti hanno provato a cercare il pareggio, trovato in apertura di ripresa grazie a Salah, imbeccato da Francesco Totti (entrato ad inizio secondo tempo al posto di Iago Falque) sul filo del fuorigioco. Una volta raggiunto l’uno a uno, la Roma ha tolto definitivamente l’ossigeno dalla stanza del Bologna, lasciando la formazione di Donadoni a combattere una Stalingrado calcistica con fucile e baionetta. Ci prova in tutti i modi Spalletti, ci provano in tutti i modi ogni calciatore della squadra capitolina, che però vede allontanarsi le speranze di secondo posto con il Napoli che ‘scappa’ a ­­+6, con un occhio rivolto verso l’Inter distante (ma sotto) di altrettanti 6 punti. Punto prezioso per il Bologna, che festeggia come una vittoria il pareggio raccolto all’Olimpico, al termine di una gara compatta, ordinata e preparata benissimo da Donadoni, il quale sicuro consapevole di dover giocare una partita simile per evitare la sconfitta.

Meritano 2duerighe:

Perotti: tra gli uomini d’attacco della Roma è stato sicuramente uno dei più positivi. Spostato a sinistra perde brillantezza, complice una stanchezza inevitabile.

Pjanic: sottotono il bosniaco. L’assenza di Nainggolan forse gli fa perdere quella sicurezza di cui aveva goduto nelle ultime giornate.

Roma – Bologna 1 – 1

Marcatori: Rossetini 26’ pt, Salah 5’ st

ROMA (4-3-3): Szczesny, Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne, Iago Falque, De Rossi, Pjanic, Salah, Perotti, El Sharaawy. ALL. Spalletti

BOLOGNA (4-5-1): Mirante, Mbaye, Rossettini, maietta, Masina, Rizzo, Donsah, Diawara, Brighi, Zuniga, Floccari. ALL. Donadoni

ARBITRO: Massa

NOTE: Ammoniti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook