Inter – Bologna 2-1, Perisic e D’Ambrosio firmano la vittoria

Inter – Bologna 2-1, Perisic e D’Ambrosio firmano la vittoria

Seconda vittoria di fila in campionato per l’Inter. La squadra di Mancini supera 2-1 il Bologna grazie alle reti di Perisic e D’Ambrosio, arrivate entrambe nel secondo tempo. Di Brienza la rete che illude i felsinei.

Mancini schiera Icardi ed Eder in avanti, affiancati da Perisic e Ljaijc. A centrocampo Brozovic e Medel.
Donadoni si affida al senso del gol di Destro, supportato da Giaccherini.

Ci provano Eder e Perisic – Il primo tempo della squadra nerazzurra è ordinato, ma senza squilli. Pronti via ed entrambi gli allenatori sono costretti a sostituire le loro punte, Icardi e Destro, entrambi usciti infortunati (al loro posto rispettivamente Kondogbia e Floccari). Eder ci prova con un colpo di testa dal centro dell’area, su cui Mirante interviene con una parata in presa bassa. Poco dopo è provvidenziale Gastaldello a salvare in scivolata su Perisic, già pronto ad esultare. Il Bologna, molto ben organizzato, non disdegna il possesso palla, sebbene faccia fatica a creare azioni pericolose contro una retroguardia nerazzurra, guidata da Miranda (diventato capitano con la prematura uscita di Icardi), sempre attenta e concentrata. Nel finale di tempo l’Inter va in forcing alla ricerca del vantaggio, ma il risultato, complice anche un pizzico di sfortuna (palo sfiorato da Ljaijc), non è quello sperato.

Decidono Perisic e D’Ambrosio Nella ripresa l’Inter si mostra più vogliosa. Perisic continua a martellare sulla sinistra, costringendo Donadoni a gettare nella mischia Zuniga, che diventa il suo diretto marcatore. Il Bologna avrebbe anche l’occasione per passare in vantaggio quando Giaccherini approfitta di una sciagurata manovra della squadra di casa per partire tutto solo in contropiede verso la porta di Handanovic, ma il recupero repentino di Medel è provvidenziale. La partita scivola via senza particolari emozioni fino al 70’, poi, in quattro minuti, arriva la svolta: prima Perisic di testa (72’), poi D’Ambrosio al volo di destro (76’), entrambi su sponda da calcio d’angolo, fanno esplodere il tifo nerazzurro e decidono la gara. La rete di Brienza, arrivata grazie a un grossolano errore di Kondogbia, ha solo l’effetto di illudere il Bologna. Il 2-1 finale è la conferma dei significativi progressi mostrati dall’Inter nelle ultime due partite, quella di Coppa Italia contro la Juventus e la recente sfida di campionato contro il Palermo. Mancini, ora sì, può ritenersi pienamente soddisfatto.

Meritano 2duerighe:

Perisic: offre una spinta continua sulla sinistra. Con i suoi dribbling riesce sovente a creare superiorità numerica. Una vera e propria spina nel fianco della difesa felsinea. La rete con cui sblocca la gara è la classica ciliegina sulla torta.

Kondogbia: impreciso e confusionario, mostra evidenti limiti tecnici in fase di impostazione. Mancini lo manda in campo al posto dell’infortunato Icardi, ma il giovane centrocampista francese non fa nulla per ripagare la fiducia del suo tecnico. Anzi, un suo grave errore apre la strada alla rete che al 90′ riapre una partita che sembrava ormai al sicuro. Un’altra bocciatura.

Il tabellino:

Inter-Bologna 2-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: Perisic (I) al 27′, D’Ambrosio (I) al 31′, Brienza (B) al 45′ s.t.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Juan Jesus, Nagatomo; Brozovic, Medel; Eder (dal 44′ s.t. Murillo), Ljajic (dal 26′ s.t. Palacio), Perisic; Icardi (dall’11’ p.t. Kondogbia). (Carrizo, Berni, Alex Telles, Santon, Gnoukouri, Biabiany, Melo, Manaj . All. Mancini.

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye (dal 13′ s.t. Zuniga), Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah (dal 32′ s.t. Brienza), Diawara, Taider; Rizzo, Destro (dal 17′ p.t. Floccari), Giaccherini. (Da Costa, Stojanovic, Morleo, Rossettini, Pulgar, Brighi, Oikonomou, Constant). All. Donadoni.

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Note: Ammoniti Medel (I) per proteste, Palacio (I) per comportamento non regolamentare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook