Calcio, a Palermo è nata una stella

Il Palermo, nella persona del suo presidente Maurizio Zamparini, si conferma fucina di giovani talenti. Dopo l’esplosione e la consacrazione, negli anni passati, di grandi campioni quali Pastore, Cavani, Amauri, non dimenticando gli italiani Barzagli e Toni, ieri al Barbera sembra essere nata un’altra stella a tinte rosanero.

Ci riferiamo al giovane argentino Paulo Dybala, appena diciottenne, autore di una grandissima prestazione nel match contro la Sampdoria, coronata da una doppietta di ottima fattura tecnica. Un grande investimento del presidente Zamparini, che per il giovane argentino ha speso 12 milioni di euro, soldi che, per quello visto ieri, possiamo senza ombra di dubbio dire che siano stati spesi bene. Difficile ad oggi dire quella che sarà l’evoluzione tecnico tattica del giocatore nei prossimi mesi, di sicuro possiamo affermare senza timore di smentita che il suo impatto con il calcio italiano sin qui ci è sembrato migliore di campioni affermati come Cavani o lo stesso Pastore che nei primi mesi di militanza in rosa hanno faticato non poco. Dybala, viceversa, si è presentato con una doppietta dimostrando coraggio, forza e anche grande furbizia, tutte qualità insite nei fuoriclasse. L’argentino ad oggi forse ancora non lo è, ma in futuro lo diventerà sicuramente.

Giovanni Chinnici

12 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook