Juve travolgente, salgono Napoli e Fiorentina. Il derby va alla Lazio, posticipo Atalanta – Inter: 3-2

La dodicesima giornata concede già delle sentenze importanti come la certificata fragilità di Roma e Milan che perdono ancora dimostrando di essere squadre discontinue e con evidenti lacune.

Le sconfitte nel derby e con la Fiorentina mettono Zeman e Allegri sul banco degli imputati nuovamente, mentre la Juve riprende a volare, il Napoli espunga “Marassi” e la Fiorentina continua a salire.

 

Il derby capitolino incorona la Lazio e Petkovic che stravince il duello con Zeman, nelle zone basse invece la situazione a Genova si fa drammatica per entrambe le squadre.

Trentaquattro gol, tre vittorie esterne, cinque espulsioni, quattro rigori assegnati e due siglati, tre doppiette e anche una tripletta, questi sono i numeri del turno di Serie A.

Negli anticipi del sabato pari senza reti fra Cagliari e Catania, mentre la Juve passeggia all’”Adriatico” vincendo 1-6 con una grande tripletta di Quagliarella.

Nella sfida delle 12.30 il Palermo si impone in casa 2-0 sulla Samp giunta alla settima sconfitta consecutiva, decide la gara nelle ripresa il giovane argentino Dybala autore di una doppietta.

A San Siro il Milan cade nuovamente, la Fiorentina vince per 3-1. Vantaggio viola firmato da Aquilani, raddoppio con Borja Valero, accorcia Pazzini nella ripresa, ma chiude i giochi una magia di El Hamdaoui.

Spettacolo nella sfida stracittadina dell’Olimpico, la Lazio conquista il suo terzo derby di fila superando la Roma in rimonta 3-2. Passano subito i giallorossi con Lamela, pari di Candreva e sorpasso di Klose, nella ripresa terzo gol laziale con Mauri e sigillo di Pjanic su punizione a pochi minuti dal termine.

Male ancora il Genoa che incappa nella quarta sconfitta consecutiva con Del Neri, il Napoli ottiene i tre punti dopo un match tirato e intenso. Il Grifone trova il gol in apertura con Immobile, pari dei partenopei, nuovo vantaggio rossoblù, Cavani riequilibra la gara fino al 90’ quando Hamsik e Insigne fissano il risultato sul 4-2.

A Verona, Chievo e Udinese si spartiscono la posta in palio con il match che termina 2-2, mentre Parma e Siena non si fanno male in una partita avara di emozioni (0-0), il Torino supera nella ripresa il Bologna con un gol di D’Ambrosio.

Nel posticipo serale l’Inter cade a Bergamo 3-2 e perde contatto con la vetta.  Vantaggio dei padroni di casa con Bonaventura, pari nella ripresa di Guarin su punizione, ancora Atalanta avanti con Denis il quale firma la doppietta sette minuti più tardi su rigore. Nel finale Palacio accorcia le distanze ed espulsione con rosso diretto per Parra.

In classifica marcatori si ferma El Shaarawy che viene raggiunto in testa a quota 8 da Cavani e da Lamela (sesto gol di fila). Sale Klose a 7, avanza Quagliarella con 6 reti.

La prossima settimana, per il tredicesimo turno, grandissime sfide: si apre sabato con Juventus –Lazio e a seguire Napoli-Milan, domenica invece spicca il derby di Genova e la sfida fra Inter e Cagliari. Chiude il programma lunedì sera Roma – Torino

Matteo Ciofi

12 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook