La Roma torna a giocare al Calcio: Fiorentina KO.

La Roma torna a giocare al Calcio: Fiorentina KO.

E’ un crocevia quasi decisivo quello che passa tra Roma e Fiorentina, un incontro che potrebbe incendiare il fuoco avvolgente la fenice giallorossa o alimentare la spinta del Giglio Viola in ottica Champions…e non solo. Napoli e Juve potrebbero rallentare e le inseguitrici ne potrebbero approfittare. La classifica, del resto, parla chiaro: Juventus 61, Napoli 58, Roma e Fiorentina 53. 5 punti di distacco dalla seconda e 11 partite a disposizione per rimettersi in pista per entrare in Champions dalla porta principale. Spalletti conferma quasi in toto i calciatori scesi in campo contro l’Empoli, nella Fiorentina torna titolare Bernardeschi al posto di Mati Fernandez e Ilicic per Tello, mentre nei capitolini rimane in panchina Edin Dzeko a favore del trio El Sharaawy, Salah, Perotti.

Primo tempo scoppiettante- Era da tempo che all’Olimpico non si vedeva un così bel primo tempo. Merito di due squadre che giocano al Calcio, ma soprattutto di una Roma apparsa in piena ed ulteriore crescita rispetto alle ultime uscite. Nonostante uno stadio con soli 12.000 biglietti venduti, sintomo della disaffezione causata dall’assenza della Curva Sud, la Roma gioca bene e merita pienamente il triplo vantaggio: El Sharaawy, Salah e Perotti creano il caos nella metà campo viola, orchestrati da un Pjanic in gran forma. E’ brava e fortunata la squadra di Spalletti, soprattutto quando il sinistro di Salah viene deviato in rete da un inguardabile Astori. La Viola, però, è altrettanto brava a rimanere con la testa nella partita e a trovare il calcio di rigore (contestato tantissimo dai giallorossi) siglato da Ilicic e che rimette in gioco i toscani.

Ripresa in scioltezza per la Roma La rete subita in chiusura di primo tempo non crea scompensi ai ragazzi di Spalletti, che tornano in campo con la stessa intensità di gioco e con il coltello tra i denti. Era da tempo che i giallorossi, calcisticamente parlando, non ‘picchiavano’ così tanto: mai secondi nei contrasti e quasi sempre col giocatore viola di turno sconfitto. Poco più di 10 minuti e Salah, servito da un delizioso assist di Pjanic, buca Tatarusanu sotto le gambe, siglando la rete del 4-1. Nel finale, preceduto da sole occasioni giallorosse, c’è spazio anche per il Capitano Francesco Totti; il numero 10 giallorosso sfiora anche la rete su calcio di punizione nell’ultimo minuto di recupero, scheggiando il palo alla destra del portiere viola.

Piccola disamina tattica: Spalletti ha preparato la partita perfettamente, chiudendo le fasce ai terzini di Sousa e spegnendo sul nascere le iniziative di Ilicic e Bernardeschi. Il tecnico toscano ha trovato in Pjanic l’arco da cui sono partite le frecce per El Sharaawy e Salah. Serata di grazia per il centrocampista bosniaco, circondato dai piedi altrettanto delicati di Keita e Perotti. Con questo risultato la Roma stacca di 3 punti la Fiorentina e, temporaneamente, di 9 punti l’Inter. Il fuoco si riaccende intorno alla Fenice/Roma, ormai risorta dalle ceneri e proiettata verso il cielo.

Meritano 2duerighe:

Spalletti: viene da sorridere quando si ascolta che “l’allenatore non fa la differenza”. Quale esempio migliore del tecnico di Certaldo?

Kalinic: sovrastato in tutto e per tutto da Manolas, il centravanti croato è l’ombra di quello visto nel girone d’andata.

Tabellino

ROMA – FIORENTINA 4 – 1

MARCATORI: El Sharaawy 22’, Salah 25’ e 57’, Perotti 39’, Ilicic 46’

ROMA (4-3-1-2): Szczesny, Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne, Pjanic, Keita, Nainggolan, Perotti, Salah, El Shaarawy All. Spalletti

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu, Roncaglia, Rodriguez, Astori, Alonso, Vecino, Tino Costa, Bernardeschi, Borja Valero, Ilicic, Kalinic All. Sousa

ARBITRO Irrati
NOTE Ammoniti: Ilicic, Pjanic, Bernardeschi, Tino Costa

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook