La Roma pensa in grande: battuto anche l’Empoli

La Roma pensa in grande: battuto anche l’Empoli

Dopo le inutili polemiche su Francesco Totti, spente dai suoi “giusti comportamenti” e da sorrisi, torna in campo la Roma. Reduci da 5 vittorie consecutive, i giallorossi contro l’Empoli si trovano di fronte ad un turno che, in caso di vittoria, potrà soltanto far sorridere in quel di Trigoria; gli scontri diretti tra Juventus e Inter e tra Fiorentina e Napoli potrebbero favorire, e non poco, la Roma. Se tutte e due le partite si concludessero in pareggio, la Roma potrebbe guadagnare due punti sia su chi la precede, sia su chi la insegue. Di questa possibile situazione ne potrebbe beneficiare anche il Milan, impegnato contro il Torino.
Dall’altra parte l’Empoli, sottotono in questo 2016 con una sola vittoria dal 10 gennaio, nella trasferta contro i granata di Ventura. La vittoria al Castellani manca addirittura dal 13 dicembre, quando i ragazzi di Giampaolo si sono imposti 3-0 sul Carpi. Empoli e Roma, quindi, hanno a disposizione una sola scelta e un solo obiettivo: vincere.

Nel primo tempo la sblocca El Sharaawy-Parte bene la Roma, che dopo essersi impossessata della metà campo avversaria ed aver bloccato al principio le pericolose ripartenze dell’Empoli, al quinto minuto trova il jolly grazie a Stephan El Sharaawy: l’attaccante giallorosso trova la perla del sabato pomeriggio, calciando a giro da quasi trenta metri, con Skorupski apparso leggermente in ritardo. L’Empoli reagisce in modo veemente e ci pensa Szczesny ad impedire a Maccarone di siglare l’uno a uno. Il portiere polacco, però, nulla può sulla sfortunata respinta di testa di Zukanovic, proprio in seguito ad una sua uscita con i pugni, che porta la sfera a rimbalzare lentamente dentro la porta giallorossa. Il match è più che vivo e dopo appena 300 secondi la Roma passa di nuovo in vantaggio: la punizione calciata da Pjanic non è un granché, ma il bosniaco si coordina alla grande e sulla respinta della barriera batte un incolpevole Skorupski. Primo tempo che si chiude con la Roma meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa la Roma soffre ma chiude la gara Prima parte di secondo tempo in piena sofferenza della Roma, complici i cambi di Giampaolo e l’infortunio di Nainggolan. La squadra di Spalletti, però, continua nella sua crescita costante anche a livello mentale: la formazione giallorossa tiene botta e alla prima occasione utile chiude i conti, ancora con El Sharaawy. Bravissimo l’attaccante italiano, che segue (dopo tanti rimproveri di Spalletti) l’azione in contropiede di Salah, per poi concludere in rete con un tap in facile facile. Crolla ancora l’Empoli, al quale però va dato il merito di aver giocato un’ottima partita, mettendo più di una volta in apprensione la retroguardia giallorossa. Con questo risultato i capitolini volano a 53 punti, in attesa delle partite di domenica e lunedì. Una cosa è certa: la Roma è più viva che mai e questa vittoria è un avvertimento per le avversarie dirette per il terzo posto, e non solo.

Meritano 2duerighe:

El Sharaawy: l’italo egiziano è alla quarta rete in cinque partite giocate; niente male per un acquisto considerato ‘superfluo’ dai più.

Mario Rui: riuscirà il portoghese a non litigare con qualcuno quando la sua squadra è sulla via della sconfitta?

Tabellino

EMPOLI – ROMA 1 – 3

EMPOLI (4-3-1-2) Skorupski; Laurini, Ariaudo, Cosic, Mario Rui; Zielinski, Paredes, Croce; Krunic; Maccarone, Pucciarelli All. Giampaolo.

ROMA (4-3-1-2) Szczesny; Maicon, Rudiger, Zukanovic, Digne; Pjanic, Keita, Nainggolan; Perotti; Salah, El Shaarawy All. Spalletti.

ARBITRO Gervasoni di Mantova.
NOTE: Ammoniti Pjanic, Pucciarelli, Perotti; Espulso Mario Rui

MARCATORI: El Shaarawy 5′ pt, aut. Zukanovic 22′ pt, Pjanic 27′ pt; El Shaarawy al 29′ st

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook