La Juventus allunga, Inter e Lazio vincono ed incalzano il Napoli. Milan a picco, Genoa – Roma: 2-4

La “panchina” della Juve batte il Napoli e permette ai bianconeri di allungare in testa. Il primo strappo alla classifica è quello della squadra di Conte che vince 2-0 il big-match, evidenziando molto probabilmente la differenza principale fra le due squadre: la rosa e i ricambi della Juve possono rivelarsi il fattore cruciale per i campioni in carica nella corsa scudetto.

Caceres e Pogba spostano gli equilibri e gli azzurri di Mazzarri vedono arrivare Lazio e Inter che sfruttano il turno casalingo e guadagnano tre punti sui partenopei.

Venticinque gol, una vittoria esterna e soltanto un match a reti inviolate. Tre espulsioni totali, due calci di rigore assegnati e trasformati e due doppiette, quelle firmate da Amauri e Osvaldo.

 

Nell’anticipo serale la Lazio piega il Milan 3-2. Primo tempo di marca laziale, con i biancocelesti che vanno in vantaggio grazie ad Hernanes e Candreva. Nella ripresa rete di Klose in apertura, la partita sembra finita ma il Milan, con la forza della disperazione e con gli ingressi di Emanuelson e Pato, riesce a riaprire i giochi. Segnano De Jong ed El Shaarawy ma la reazione è tardiva e per Allegri si materializza la quinta sconfitta in campionato, mercoledì a Malaga per il tecnico rossonero potrebbe essere l’ultima chance per evitare l’esonero.

Vince l’Inter che infila il quarto successo consecutivo, ancora una volta decisivo Cassano il quale sblocca la gara prima del raddoppio nel finale di Palacio al primo gol in campionato.

Nella sfida delle 12.30 altra vittoria per il Cagliari che supera il Bologna 1-0, determinante la rete siglata da Nainggolan, bene anche l’Udinese che batte il Pescara con lo stesso risultato nonostante l’inferiorità numerica per oltre un’ora.

Ancora uno stop per la Sampdoria che perde anche a Parma. Una doppietta di Amauri regala agli emiliani tre punti d’oro, inutile la rete doriana di Eder su rigore nel finale.

La sfida salvezza fra Atalanta e Siena è dei bergamaschi che trovano il gol-vittoria con Bonaventura a pochi minuti dallo scadere, ribaltando così il vantaggio senese firmato da Reginaldo.

Pari senza grandi emozioni tra Palermo e Torino (0-0), finisce 1-1 Chievo – Fiorentina. In vantaggio i padroni di casa con Thereau, immediato il pari viola con Rodriguez sugli sviluppi di un corner.

Il posticipo di “Marassi” vede la Roma assoluta protagonista, i giallorossi si impongono 4-2. Parte alla grande il Genoa che nei primi 15 minuti va in gol due volte con Kucka e Jankovic, la reazione romanista è rabbiosa e così Totti e Osvaldo annullano il doppio svantaggio prima del riposo.

Nel secondo tempo lo show della formazione di Zeman prosegue con Osvaldo e Lamela che chiudono i conti rilanciando i capitolini in classifica.

Nella graduatoria dei cannonieri si ferma Cavani che viene raggiunto da Klose a quota sei, avanzano Cassano, El Shaarawy, Hernanes e Osvaldo tutti con cinque marcature.

In settimana tornano gli impegni europei, nel prossimo turno il Milan ospiterà il Genoa sabato sera, la Juve sarà di scena a Catania e l’Inter a Bologna. Interessanti gli scontri Fiorentina – Lazio e Roma – Udinese, in serata Napoli contro Chievo.

Matteo Ciofi

22 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook