LA NUOVA ROMA AFFONDA A TORINO. 0-1 ALLO JUVENTUS STADIUM

LA NUOVA ROMA AFFONDA A TORINO. 0-1 ALLO JUVENTUS STADIUM
Paul Pogba e Miralem Pjanic

Continua la maledizione del nuovo stadio juventino per la Roma che si presentano con una difesa a tre che disorienta la Juventus. Solo per poco, fino al gol del gioiello Dybala che decreta l’undicesima vittoria di fila dei bianconeri.

I giallorossi difendono meglio del solito ma creano pochissimo e con “pochissimo” non si vince, come ribadisce amareggiato Mister Spalletti davanti alle telecamere nel post partita.

Difesa a tre – La Juventus si presenta con il classico 3-5-2 con Pogba e Khedira che si alternano in fase di non possesso palla e la Roma con l’inedita difesa a tre con De Rossi centrale e Nainggolan dietro ai centrocampisti Vainqueur e Pjanic. All’8’ inizia il duello De Rossi-Mandzukic con il romanista che si prende un’ammonizione per un fallo a palla lontana ed una punizione per la Juventus al limite dell’area romanista che però non sortisce effetto. Ammonito anche Rudiger dopo cinque minuti per un fallaccio su Dybala. La Juventus pressa molto alta con una condizione fisica esplosiva e dà sempre l’impressione di poter trovare in qualsiasi momento la zampata vincente. La Roma non riesce a trovare gli spazi per uscire, è spaventata e gira a vuoto.
Il primo tiro dei giallorossi verso la porta avversaria è quello di Florenzi al 17’ ma è al 23’ che la Juventus ha la sua prima nitida occasione di passare in vantaggio: doppia opportunità per Evra di calciare a rete ed un minuto dopo Pogba impatta di testa un cross in area ma spedisce alto sopra la traversa. Dalla mezz’ora in poi si attenua la forza d’urto bianconera e la Roma respira e riesce ad arrivare in area avversaria.
Finisce il primo tempo con qualcosa da recriminare per la Juventus ed una Roma che si è solo difesa.

Super Dybala Il secondo tempo inizia al piccolo trotto fino al 64’ quando il tiro di Nainggolan viene deviato in corner da Pogba. Al 69’ ancora un’occasione per Evra che aggancia un preciso assist di tacco di Pogba ma Szczesny si supera e nega il vantaggio ai bianconeri.
Al 76’ il vantaggio juventino: Florenzi perde una palla sanguinosa nella tre quarti romanista, Pogba cavalca per sessanta metri ed appoggia a Dybala che anticipa Rudiger e mette in rete un sinistro imparabile per Szczesny. La Roma accusa il colpo e torna indietro mentalmente non riuscendo più a trovare la concentrazione per abbozzare un’azione degna di questo nome. Unico lampo la punizione dal limite di Pjanic deviata in angolo da Mandzukic.
La partita finisce con la vittoria meritata della Juventus che, da cinica squadra , è riuscita a trovare il gol con Dybala in una delle due occasioni che ha avuto. La Roma ha provato a giocarsela da provinciale nel primo tempo chiusa in difesa e nel secondo facendo capolino in area avversaria con la punizione di Pjanic. Stasera la squadra capitolina si è giocata le ultime speranze per raggiungere il treno della zona scudetto, gli ultimi cocci spazzati via da una scopa chiamata Dybala.

Meritano 2duerighe:

Vainqueur: giocatore ritrovato per il centrocampo romanista, rivoluzionato dalla cura Spalletti, concreto e pulito aiuta Pjanic alla regia.

Salah: inguardabile stasera l’egiziano. Avulso dal gioco, assente in attacco, sempre di spalle alla porta. Ripercorre la sua stagione con la viola, primi mesi in grande spolvero poi scompare dal campo.

TABELLINO:

JUVENTUS – ROMA

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner (66’ Quadrado), Khedira, Marchisio, Pogba, Evra, Mandzukic, Dybala (84’ Morata). All. Allegri.

Roma (3-4-1-2): Szczesny, Manolas, De Rossi, Rudiger, Digne, Pjanic, Vainqueur (71’ Keita), Florenzi, Nainggolan, Salah (90’ Sadiq), Dzeko. All. Spalletti.

Marcatori: 77’ Dybala (J)

Ammoniti: De Rossi, Rudiger, Pjanic, Keita, Nainggolan (R) – Mandzukic, Evra (J)

Arbitro: Banti di Livorno

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook