Lazio: show all’Olimpico! Battuto il Milan

Ora la squadra di Petkovic è ad un punto dal Napoli e dal secondo posto…

Splendida prestazione della Lazio all’ Olimpico che batte alla grande il Milan e vola verso le zone alte della classifica. Ora la squadra di Petkovic, che sembra aver imparato il “credo” dell’allenatore, è a un punto dal Napoli,( sconfitto dalla Juve) e dal secondo posto.

I biancocelesti, specie nel primo tempo, hanno dimostrato grande compatezza ed intesa tra i reparti, andando in rete, per ben tre volte anche grazie ad un gioco veloce e a tutto campo. Tra i laziali sempre decisivo Hernanes, volenteroso e mai domo in ogni situazione, sia a centrocampo che in attacco. Prezioso l’apporto di Candreva, autore di un gran gol e di Gonzalez. Per il Milan invece è notte fonda, anche perchè i rossoneri hanno collezionato già la quinta sconfitta in otto partite. Non accadeva da anni. Da rivedere comunque l’assetto tattico della squadra che, con le entrate di Pato e soprattutto Emanuelson nella ripresa, ha mostrato più incisività e velocità, andando vicino alla difficile rimonta.

Nella formazione laziale Marchetti è costretto a saltare il match. Per lui infortunio in fase di riscaldamento. Al suo posto gioca Bizzarri. Tra i rossoneri in porta gioca Amelia e non Abbiati indisponibile.

Il primo affondo della gara è rossonero. De Jong tira da lontano, ma il tiro del centrocampista olandese si perde a lato. La partita è però equilibrata, fino a quando la Lazio mette fieno in cascina e sblocca il risultato al 25′ con Hernanes che dal limite dell’area dopo una serie di dribbling, insacca, su deviazione involontaria di Bonera. Furente è la reazione milanisia, che va vicino al pari con El Shaarawy, che in contropiede, supera il portiere, ma Dias respinge il pallone indirizzato verso la porta vuota. I padroni di casa giocano a meraviglia e sfruttano a dovere ogni zona del campo, con accelerazioni improvvise. Hernanes è dovunque e si sposta in continuazione. Il brasiliano parte da lontano, ed è sempre nel vivo della manovra laziale. Al 41 ” perla” di Candreva da 25 metri che con il destro indirizza il pallone del due a zero e supera Amelia all’incrocio dei pali. Lazio in vantaggio alla fine del primo tempo con pieno merito.

Nella ripresa, Allegri prova a cambiare l’assetto tattico della sua squadra. Esce uno spento Boateng ed entra Emanuelson che si posizione a destra. Al 49′ i padroni di casa realizzano però il terzo gol con Klose, pronto ad indirizzare in porta con un preciso piatto destro, un assist di Candreva. Il tecnico rossonero Allegri, a questo punto, inserisce Pato che torna in campo, dopo un lungo infortunio, al posto di Nocerino. La squadra ora gioca con tre punte. Emanuelson, nel frattempo a destra è molto incisivo e le sue giocate e i cross a centro area sono molto pericolosi. Il Milan si trasforma e rispetto al primo tempo, sfrutta alla meglio le corsie laterali. Al 52′ cross di Emanuelson in area e colpo di testa a giro di Pazzini che sfiora il palo. Due minuti dopo azione quasi in replica: solito cross del brasiliano, testa del “Pazzo” e parata, questa volta, sopra la traversa di Bizzarri.’ Al 61′ i rossoneri accorciano le distanze con De Jong: punizione di Emanuelson da destra, palla in area e deviazione in scivolata dell’olandese che tocca appena con la suola e mette dentro. Il Milan ora spinge davvero. La Lazio controlla nella sua meta campo. Al 79′ capolavoro di El Shaarawy che si accentra in area dalla linea laterale e con un rasoterra dal limite supera Bizzarri in diagonale. La gara ora è riaperta! La Lazio però controlla bene il match fino al termine e vince con grande merito.

Lazio – Milan 3 – 2

Reti: 25′ Hernanes,( L) 41′ Candreva,( L) 49′ Klose, ( L) , 61′ De Jong, ( M) 79′ El Shaarawy ( M)

 

Lazio: Bizzarri, Konko, Biava, Dias, Lulic, Candreva, ( 78′ Brocchi), Hernanes, Ledesma, Gonzalez.( 62′ Cana), Mauri, ( 58′ Cavanda), Klose. All: Petkovic.

Milan: Amelia, Abate, Bonera, Yepes, Antonini, ( 85′ Bojan), Montolivo, De Jong, Nocerino, ( 52′ Pato), Boateng ( 46′ Emanuelson), Pazzini, El Shaarawy. All: Allegri

Arbitro: Tagliavento di Terni

Note: terreno in buone condizioni. Spettatori: 45 mila circa. Ammoniti: Dias e Gonzalez ( L) Nocerino, Yepes e Antonini ( M).

Gigi Rubino

21 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook