Milan – Fiorentina, Montolivo: “Buona partita, ma ancora non basta”

Milan – Fiorentina, Montolivo: “Buona partita, ma ancora non basta”

Una notte per superare la Fiorentina e ricominciare a correre lungo il binario che porta in Europa. Il Milan lotta e vince, in una partita di corsa e sacrificio, nella quale è emerso, in particolare, l’anima da trascinatore di Riccardo Montolivo. Il capitano rossonero, grande ex di giornata, si è reso protagonista di una gara di grande sostanza e concentrazione, impreziosita da giocate di qualità e dimostrazione di carattere. I tanti palloni recuperati e le belle giocate gli sono valse la standing ovation dei tifosi rossoneri, che ha sorpreso anche il centrocampista milanista:

Gli applausi fanno sempre piacere e voglio continuare così. Ciò che veramente importa, però, è la vittoria della squadra. Abbiamo tirato un bel sospiro di sollievo, non avevamo ancora vinto contro una squadra che ci precedeva in classifica. Avevamo voglia di vincere una partita contro una grande squadra come la Fiorentina e ci siamo riusciti. Avevamo preparato la partita cercando di limitare lo spazio tra le linee, dovevamo essere compatti, l’abbiamo fatto bene, anche gli attaccanti si sono dati molto da fare. Una buona partita, anche se tutto questo ancora non basta”.

Unico neo i fischi e i cori ostili ricevuti da parte dei tifosi della Fiorentina, a cui, comunque, Montolivo pare non dare alcun rilievo, minimizzando l’episodio.

Il capitano rossonero, intervistato a fine partita, si è concentrato unicamente sull’analisi della prestazione della squadra e della sua situazione attuale: “Abbiamo cambiato tre moduli dall’inizio del campionato e non è per niente facile trovare un equilibrio – ha aggiunto Montolivo – Nell’ultimo periodo lo abbiamo trovato, ma abbiamo commesso degli errori che ci sono costati molto caro. Per quanto riguarda Mihajlovic e la stabilità della sua panchina, il disturbo che arriva dall’esterno la squadra lo percepisce e ciò non contribuisce affatto a renderci sereni. La tranquillità dobbiamo cercarla e possiamo trovarla solo con i risultati“.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook