La Roma ormai è sempre la solita

La Roma ormai è sempre la solita

Roma's players at the end of the Italian Serie A soccer match AS Roma vs AC Milan at Olimpico stadium in Rome, Italy, 9 January 2016. ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

La Roma di Garcia esce dall’Olimpico sotto i fischi dei pochi presenti e con sette punti in meno rispetto allo scorso anno. La sosta natalizia non ha portato alcuna buona novità in casa giallorossa: poca grinta, assenza completa di leader in campo e tanta, troppa, superficialità. Gervinho viaggia a velocità ridotta, il centrocampo è un mix di lentezza e approssimazione e Florenzi non è un terzino, sommando questi fattori si ottiene la Roma vista in campo contro il Milan. Doveva essere l’anno non tanto dei certi traguardi ma almeno del buon calcio, a metà campionato questa Roma annoia per le poche idee di gioco espresse e preoccupa per la totale assenza di carattere.

Solita illusione – Al 3’ i padroni di casa sono già in vantaggio; Pjanic, da calcio piazzato, scodella in area di rigore un buon pallone, Rudiger calcia al volo e buca Donnarumma per il momentaneo uno a zero. Passano solo tre minuti e la Roma potrebbe fare il bis: Sadiq entra in area per poi passare la sfera a Pjanic, il bosniaco calcia di prima intenzione ma la conclusione finisce fuori il bersaglio. Il Milan si vede poco, al 7’ con un tiro di De Sciglio parato senza troppi problemi da Szczesny ed al 10’ con una conclusione di Kucka, palla alta sopra la traversa. Intorno al 20’ Rudiger, servito direttamente da calcio d’angolo, colpisce bene di testa, Donnarumma devia sulla traversa e salva il risultato.

Tutto Milan – La ripresa si apre con il pareggio rossonero, al 49’ Honda pennella un ottimo assist per Kucka che prende il tempo a Florenzi e di testa pareggia i conti all’Olimpico. Al 60’ gli ospiti sfiorano i tre punti; Rudiger non riesce ad addomesticare un pallone semplice, Boateng ne approfitta e si invola sulla sinistra per poi tagliare l’area con un passaggio rasoterra, Bacca smarca Kucka con un velo ma lo slovacco a pochi metri dalla porta sbaglia tutto e calcia altissimo. L’unica azione giallorossa nei secondi quarantacinque minuti di gioco è un tiro di Gervinho in area terminato a lato della porta; la Roma pareggia e dopo la vittoria della Lazio a Firenze sciupa, l’ennesima, possibilità di rimettersi il carreggiata.

Meritano 2duerighe

Bonaventura: piega Florenzi per tutto il primo tempo dando l’ennesima dimostrazione che il numero ventiquattro giallorosso non è un terzino.

De Rossi: sbaglia tutto, dall’impostazione di gioco ai passaggi più semplici, giornata no.

Tabellino

ROMA – MILAN 0-0

ROMA: Szczesny; Florenzi, Manolas (1’st Castan), Rüdiger, Digne, Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Gervinho, Sadiq (25’st Totti), Iago Falque (11’st Salah). A disp.: De Sanctis, Lobont, Maicon, Tumminello, Pepin, Torosidis, Gyomber, Vainqueur, Emerson. All.: Garcia.

MILAN: Donnarumma; Abate (34’st Antonelli), Zapata, Romagnoli, De Sciglio, Honda, Kucka, Bertolacci, Bonaventura (40’st Niang), Luiz Adriano (11’st Boateng), Bacca. A disp.: Abbiati, Calabria, Antonelli, Mexes, Montolivo, De Jong, Mauri, Poli, Nocerino. All.: Mihajlovic.

MARCATORI: 3’ Rudiger (R), 49’ Kucka (M).

ARBITRO: Orsato di Schio.

AMMONITI: Kucka, Bertolacci, Luiz Adriano (M), Nainggolan, Pjanic, Manolas.

Lorenzo Bruno

10 gennaio 2016

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook