Lamela e Bradley: la Roma affonda l’Atalanta 2-0

Prima la festa con le glorie del passato, poi una buona Roma che supera l’Atalanta per 2-0.

Nella giornata in cui si celebrano i campioni della Hall of Fame giallorossa, la squadra di Zeman ritrova il successo su un’Atalanta sprecona soprattutto nella prima frazione. Il tecnico boemo sceglie il tridente Totti-Destro-Lamela, con Marquinhos in difesa al posto di Burdisso e Bradley per De Rossi.

Colantuono schiera un 4-4-2 con Moralez e Schelotto larghi a centrocampo, Denis terminale offensivo supportato da De Luca.

L’inizio di gara è tutto di marca atalantina: al 10’ Denis scatta sul filo del fuorigioco ma davanti a Stekelenburg sciupa tutto, tre minuti dopo sempre il bomber argentino è servito da Moralez e allarga troppo il diagonale sinistro.

 

La Roma è in affanno mentre i bergamaschi spingono e sfiorano nuovamente il vantaggio. Al 17’ De Luca imbecca Moralez che tenta la conclusione da dentro l’area trovando solo la traversa.

Al primo tentativo i padroni di casa passano: Lamela cerca Totti, il capitano inventa un assist pregevole liberando l’argentino che batte facilmente Consigli.

Prima del riposo di metà partita, la Roma sfiora il raddoppio con un’azione splendida: Totti innesca Balzaretti che allarga per Lamela in campo aperto, l’argentino tocca dentro per l’accorrente Destro il quale colpisce di prima intenzione centrando la traversa.

In avvio di ripresa ci prova dopo sessanta secondi Florenzi con un destro da fuori, ma la palla accarezza soltanto la rete esterna.

Totti minaccia la porta bergamasca con due siluri da 30 metri senza trovare fortuna e al 62’ Bradley chiude il match. Un tiro di Destro viene respinto male da Consigli, sulla ribattuta è reattivo l’americano che appoggia in rete.

L’Atalanta appare stanca e non riesce più a ripartire, i bergamaschi trovano comunque il gol del 2-1 con Denis ma il guardalinee segnala l’off-side commettendo un grave errore considerando la posizione nettamente regolare del centravanti.

Nel finale, l’ultima emozione è ancora romanista, al 79’ Totti impegna Consigli con un diagonale dopo un bel suggerimento di Lamela.

La giornata di festa giallorossa si chiude con tre punti fondamentali, nonostante un inizio di partita complicato, gli uomini di Zeman ottengono una vittoria meritata. Conferme per Totti, Castan e Florenzi, insufficiente la prestazione di Tachtsidis a differenza di Stekelenburg autore di un paio di interventi provvidenziali. Dopo la figuraccia di Torino, la risposta della Roma è arrivata.

ROMA – ATALANTA 2-0 (PRIMO TEMPO 1-0)

 

Marcatori: 30’ Lamela, 62’ Bradley.

Ammonti: Peluso, Tachtsidis, Florenzi, Cigarini, Cazzola.

 

ROMA (4-3-3): Stekelenburg; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Florenzi (85’ Marquinho), Tachtsidis, Bradley (72’ Perrotta); Destro, Lamela, Totti.

All.: Z. Zeman.

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Raimondi, Matheu, Peluso, Brivio; Schelotto, Cigarini, Cazzola (71’ Scozzarella), Moralez (61’ Bonaventura); De Luca (65’ Marilungo), Denis.

All.: S. Colantuono.

 

ARBITRO: Banti (LI)

Matteo Ciofi

7 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook