La Juve non si ferma più, 3-1 alla viola

La Juve non si ferma più, 3-1 alla viola

La Vecchia Signora è tornata prepotentemente nella zona alta della classifica: dopo Torino, Empoli, Milan, Palermo e Lazio, ad arrendersi è la Fiorentina di Sousa.
Allegri si è presentato alla sfida con la Viola con il classico 3-5-2, con tutti i titolarissimi confermati e con Morata che si accomoda in panchina per far posto a Mandzukic e ad un Dybala che sta vivendo un momento magico.
Sousa sceglie invece il modulo ad una sola punta, Kalinic, con tanta tanta qualità in mezzo al campo (Borja Valero, Ilicic, Bernardeschi).
Ma dopo il vantaggio iniziale di Iliicic su rigore la Juventus ha reagito subito con Cuadrado e nel finale di gara è arrivato il sorpasso con Mandzukic e Dybala.
La Vecchia Signora è tornata e ora è a soli -6 punti dalla vetta. L’Inter è avvisata.

Ilicic e Cuadrado, subito in gol – Pronti, via, ed è subito rigore per la Fiorentina: al 3’ Bernardeschi entra in area dopo una splendida azione corale, Chiellini lo stende e Orsato decreta il rigore. Sul dischetto si presenta Ilicic che non sbaglia e porta gli ospiti in vantaggio.
Ma la Juventus reagisce immediatamente: Al 6’ Pogba serve Evra sulla corsia di sinistra, il francese lascia partire un cross su cui arriva Cuadrado che di testa disegna un pallonetto che batte Tatarusanu. 1-1 e palla al centro.
Il primo tempo si chiude con le squadre che si affrontano apertamente senza però trovare spunti pericolosi.

Mandzukic e Dybala lanciano la Juve – La ripresa procede a ritmi veloci ma le squadre non creano praticamente mai occasioni da rete, se non con qualche sporadica conclusione dalla distanza e con un tiro ravvicinato di Dybala che esce di un soffio.
All’ 80’ arriva la svolta: Pogba trova un corridoio per Dybala che si invola da solo verso Tatarusanu, il portiere è bravo in uscita e toglie il pallone dai piedi dell’ex palermitano ma non riesce a trattenere la sfera che rimane lì. Mandzukic è il più veloce di tutti e davanti alla porta vuota e spalancata non sbaglia. Juventus in vantaggio.
Tatarusanu è bravo pochi minuti dopo a negare il gol di testa a Sturaro con una parata eccezionale.
In pieno recupero la Juventus sfrutta un’azione di contropiede con Dybala che fa tutto da solo, passa tra i difensori della Fiorentina come se fossero birilli e batte il portiere della viola siglando il gol del 3-1 che chiude il match.

Meritano 2duerighe
Mandzukic: SuperMario è decisivo anche stasera, l’intesa con Dybala è perfetta e la Juventus sembra aver trovato i giusti equilibri con loro due: con buona pace di Morata.
Astori: l’ex difensore della Roma è disastroso. Tutte le occasioni della Juventus arrivano dal suo settore: perde Cuadrado di testa sul primo gol, si lascia sfuggire Dybala sul secondo e sul terzo.

Tabellino
JUVENTUS – FIORENTINA 3-1


Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Khedira (62’ Sturaro), Marchisio, Pogba, Evra (77’ Alex Sandro), Dybala, Mandzukic (85’ Morata). All: Allegri.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu, Tomovic, G. Rodriguez, Astori, Bernardeschi, Badelj, Vecino (86’ Rossi), M. Alonso (85’ Pasqual), Ilicic (87’ M. Fernandez), B. Valero, Kalinic. All: Sousa.

Marcatori: 3’ rig. Ilicic (F), 6’ Cuadrado (J), 80’ Mandzukic (J), 90’+1 Dybala (J)

Ammoniti: Pogba, Mandzukic, Marchisio (J), M. Alonso, B. Valero, Ilicic, Vecino, Pasqual (F)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook