Destro affonda il Napoli, Higuain si sveglia tardi

Destro affonda il Napoli, Higuain si sveglia tardi

Maledetto primo posto, pare che nessuno voglia starci. Come l’Inter, battuta e scavalcata una settimana fa, anche il Napoli sale in cima e soffre di vertigini. Al Tardini di Bologna, nel lunch match della domenica, i padroni di casa affondano i partenopei e si impongono per 3-2.      Capolavoro tattico di Donadoni che ingabbia Sarri con pressing alto e ripartenze veloci, sublime prova di Destro che trascina i felsinei con una doppietta. Higuain si accende nel finale e in quattro minuti riapre la partita con altri due gioielli, ma ormai è troppo tardi e il recupero non regala sussulti targati Napoli. Si interrompe così, dopo 13 giornate, la serie positiva dei ragazzi di Sarri; domenica al San Paolo arriva la Roma, l’occasione buona per regalarsi un’altra notte magica e cancellare in fretta il tonfo clamoroso in terra emiliana

Super Bologna, Napoli annichilito-Sarri con l’11 tipo, Donadoni conferma Brienza mezz’ala nel 4-3-3 e lancia Rizzo al posto di un acciaccato Giaccherini. I primi tentativi del match portano le firme di Brienza (6’) e Insigne (10’). Poca cosa. Al 14’ Diawara – che fenomeno – giganteggia in mezzo al campo e con un lancio di 50  metri trova Destro, che resiste alla carica di Albiol ed è svelto e preciso nel colpire. Reina battuto, Bologna avanti. Il Napoli non trova nemmeno il tempo di riorganizzarsi: sette minuti dopo i rossoblu colpiscono ancora su azione d’angolo, con Rossettini che arriva tutto solo a staccare e insacca con un colpo di testa centrale. Sarri si infuria, le corsie laterali sono bloccate e il Napoli fatica a trovare soluzioni. Callejon ci prova al 35’, il suo colpo al volo viene deviato sul palo da Mirante.

Doppio Destro e l’orgoglio di Higuain-Il Napoli sembra tornare in campo col piglio giusto, nel giro di due minuti Allan e Higuain provano ad impensierire Mirante ma le rispettive conclusioni finiscono a lato. Roba di un quarto d’ora, poi risale in cattedra  Destro, che al 15’ firma la doppietta su suggerimento involontario di Hamsik e con la collaborazione di Reina. La partita sembra non avere più nulla da dire, non fosse che in campo c’è quel marziano di Higuain. Al 42’ riapre i giochi con una sublime deviazione di punta su cross di Insigne, al 45’ detta il passaggio ad Hamsik, manda al bar Oikonomou e scarica alle spalle di Mirante la rete del 3-2. E’ tardi però, il Bologna mette in cascina tre punti importantissimi e il Napoli subisce il controsorpasso dell’Inter.

Meritano 2duerighe

Diawara. 18 anni, guineano. Che giocatore. Fa legna davanti la difesa, detta i tempi di gioco, tocca un’infinità di palloni e corre per due. Titolare inamovibile, lo scorso anno giocava in Lega Pro al San Marino. Gran colpo di Corvino, che si sfrega le mani e aspetta un assegno pesante per l’estate. Speriamo arrivi dall’Italia.

Reina. La scorsa settimana salvava il risultato deviando sul palo il colpo di testa di Miranda, oggi, al netto dell’exploit di Higuain, il suo errore sul secondo gol di Destro pesa tantissimo.

Tabellino

BOLOGNA-NAPOLI 3-2

MARCATORI : Destro al 14′, Rossettini al 21′ p.t.; Destro al 15′, Higuain al 42′ e 45′ s.t.

BOLOGNA (4-3-3) Mirante; Rossettini, Oikonomu, Gastaldello, Masina; Taider, Diawara (dal 46′ s.t. Pulgar), Brienza (dal 20′ s.t. Brighi); Rizzo (dal 29′ s.t. Mbaye), Destro, Mounier. (Da Costa, Stojanovic, Ferrari, Morleo, Donsah, Crisetig, Giaccherini, Falco, Acquafresca). All.: Donadoni.

NAPOLI (4-3-3) Reina; Hysaj (dal 18′ s.t. Maggio), Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (dal 31′ s.t. David Lopez), Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 20′ s.t. Mertens), Higuain, Insigne. (Rafael, Gabriel, Henrique, Chiriches, Strinic, Valdifiori, Dezi, Chalobah, El Kaddouri). All.: Sarri.

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.

AMMONITI: Destro (B) e Masina (B) per gioco scorretto

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook