Vergogna Roma:l’Atalanta vince 2-0

Vergogna Roma:l’Atalanta vince 2-0

Ci si aspettava la reazione della Roma dopo le sei rete subite a Barcellona a bandiera bianca sventolante, invece si è rimasti sbigottiti. La squadra di Garcia perde 2 – 0 all’Olimpico al termine di una gara sconcertante, a tratti inverosimile. I giallorossi tirano in porta una volta in novanta minuti (nel primo tempo). Con questa sconfitta Garcia finisce sul banco degli imputati e con una condanna che potrebbe essere già scritta, davanti al giudice Pallotta. Dall’altro lato l’Atalanta si dimostra una squadra quadrata, collegata tra i reparti (al contrario della Roma) e con un’impostazione difensiva ammirevole.

Primo tempo penoso- Sotto il profilo tecnico i primi 45 minuti di Roma – Atalanta hanno una valutazione da Prima Categoria, non di più. L’Atalanta mette in campo tutta la saggezza difensiva di Reja e la Roma tutte le impercettibili qualità attuali di Garcia. Risultato: 1 – 0 in favore dell’Atalanta. I giallorossi, pur facendo la partita, muovono il pallone con una lentezza costante degna di un’amichevole di fine luglio. Una squadra impacciata, apparsa senza idee e un vero piano di gioco che, ormai, manca da tempo immemore. Ne approfitta l’Atalanta, che dopo aver tenuto botta sotto un paio di attacchi di Pjanic e Dzeko trova il vantaggio: disastro di Digne, il quale regala palla a Gomez che batte De Sanctis grazie ad un bel destro a girare a mezza altezza. Tutto questo al minuto numero 40. La Roma, al termine dell’unico primo di recupero concesso da Calvarese, rientra negli spogliatoi sommersa dai fischi di un Olimpico semideserto e deluso.

Impossibile far peggio? La Roma ci riesce-Nella ripresa i giallorossi impoveriscono ancor di più il già carente gioco del primo tempo, trotterellando faticosamente alla ricerca di un’idea, questa sconosciuta. L’unica occasione per la formazione di casa arriva al 52esimo, quando una deviazione fortuita di Paletta sugli sviluppi di un corner viene respinta da Cigarini sulla linea. L’Atalanta guadagna metri, complice la completa passività della Roma in ogni zona del campo, e a mezzora dal termine sfiora il raddoppio: Maxi Moralez a tu per tu con Morgan De Sanctis sbaglia l’impossibile e tiene a galla una Roma già ampiamente in balìa del mare tempestoso. Ad otto dal termine arriva, però, lo 0 – 2 della Dea. Maicon, in un’entrata assurda per uno della sua esperienza, atterra Gomez in area; per Calvarese è rosso e rigore. Sul dischetto si presenta Denis che non sbaglia e porta forse Garcia sull’orlo di un baratro chiamato esonero. Prima del termine c’è spazio anche per le espulsioni di Stendardo e Grassi, entrambi per doppia ammonizione. L’Atalanta torna alla vittoria all’Olimpico dopo 13 anni, alla fine di una prova impeccabile sotto il profilo tattico, sicuramente facilitata dall’assenza ingiustificata di tutta la Roma, allenatore compreso.

Meritano 2duerighe:

Gomez: El Papu è l’uomo ovunque dell’Atalanta e allo stesso tempo si conferma la sentenza maledetta per i tifosi della Roma

Garcia: la Roma è in confusione e il suo allenatore non è da meno. La crisi occorsa al francese prima e dopo il Barcellona viene confermata oggi dalle zero idee proposte dalla sua squadra.

TABELLINO:

Roma – Atalanta 0 – 2

AS ROMA (4-3-3): De Sanctis, Florenzi, Manolas, Castan, Digne, Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Iturbe, Dzeko, Iago Falque ALL. Garcia

ATALANTA (4-5-1): Sportiello, Raimondi, Paletta, Stendardo, Brivio, Grassi, Cigarini, Kurtic, Moralez, Gomez, Denis ALL. Reja

ARBITRO: Calvarese di Teramo
Ammoniti:
Cigarini, Torosidis
Espulsi:
Maicon, Grassi, Stendardo

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook