Chiriches suona la quinta, il Napoli passa anche a Bruges

Chiriches suona la quinta, il Napoli passa anche a Bruges

5 vittorie su 5, come solo lo Zenit in Champions. 17 gol fatti, 1 subito, 8 marcatori diversi. L’EuroNapoli è uno spettacolo, come la versione campionato. La pratica qualificazione era archiviata da tempo, come pure il primo posto nel girone, Sarri fa maxi turnover ma la musica non cambia. Nel clima surreale dello stadio Jan Breydel, a porte chiuse per l’allerta sicurezza, ai partenopei basta  il sussulto di Chiriches per avere ragione di un Bruges macchinoso e prevedibile.

40 minuti di noia, poi sbuca Chiriches-Nel Napoli, che perde Insigne all’ultimo minuto, c’è spazio addirittura per Chalobah, con Hamsik a rispolverare movimenti di  mazzarriana memoria nei 3 davanti e Callejon falso nueve. All’11’ il primo tentativo partenopeo porta la firma di David Lopez, che calcia a lato dopo una bella percussione in area. Per una buona mezz’ora non succede praticamente nulla, il Bruges si gioca la qualificazione ma non riesce a portare pericoli dalle parti di Gabriel. Al 38’ Valdifiori scalda i guantoni di Bruzzese dalla lunga distanza, 2’ arriva il vantaggio azzurro: è sempre l’ex Empoli a pescare Chiriches dalla bandierina, il romeno sbuca nella mischia e fredda Bruzzese con un piatto destro sul palo lontano. Primo gol in maglia azzurra per l’ex Tottenham, il quarto nella competizione.

Controllo partenopeo-Ci si aspetta una reazione del Bruges, così non è. Al 5’ El Kaddouri sfiora il raddoppio con un tiro-cross al culmine di una scorribanda sulla sinistra, i padroni di casa si affidano esclusivamente alle folate di Izquierdo. Il colombiano ha  pure una buona occasione al 20’, quando un intervento a vuoto di Chiriches lo favorisce ma il suo tiro-cross si spegne direttamente in fallo laterale. Il Napoli controlla, Sarri gestisce il minutaggio, con Ghoulam e Hysaj che prendono il posto di Hamsik e Callejon sistemandosi nell’inedito ruolo di esterni offensivi. L’ultima occasione della partita è proprio sui piedi dell’albanese, che al 40’ spara addosso a Bruzzese a pochi passi dalla porta. Finisce così.

Meritano 2duerighe

Sarri. Per molti la miglior squadra del campionato, i numeri la consacrano come la migliore di questa Europa League. E pensare che in coppa giocano le riserve. Sotto qualsiasi punto di vista questo Napoli è uno spettacolo, lui c’ha messo tanto di suo. Il nostro ennesimo elogio ad un allenatore splendido.

Bruges. Atteggiamento troppo molle e rinunciatario per una squadra in corsa per il secondo posto nel girone. I valori tecnici non sono così bassi, Preud’homme deve dare una scossa.

TABELLINO

BRUGES-NAPOLI 0-1

MARCATORE: Chiriches al 41′ p.t.

BRUGES (4-3-3): Bruzzese; Meunier, Mechele, Denswil, De Fauw; Vormer, Simons (dal 43′ s.t. Leandro Pereira), Vazquez (dal 36′ s.t. Vanaken); Felipe Gedoz (dal 36′ s.t. Diaby), Vossen, Izquierdo. (Bolat, Bolingoli Mbombo, Castelletto, Claudemir). All. Preud’homme.

NAPOLI (4-3-3): Gabriel, Maggio, Chiriches, Koulibaly, Strinic; David Lopez, Valdifiori, Chalobah (dal 36′ s.t. Allan); Hamsik (dal 24′ s.t. Hysaj), Callejon (dal 32′ s.t. Ghoulam), El Kaddouri. (Rafael, Negro, Luperto, Gionta). All. Sarri.

ARBITRO: Avram (Romania)

AMMONITI: Izquierdo (B), David Lopez (N), Maggio (N), Denswil (B)

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook