La Roma si inchina al Barcellona: 6-al Camp Nou

La Roma si inchina al Barcellona: 6-al Camp Nou

“Un pari qui sarebbe un risultato fantastico”. Non si sa con quanta convinzione il tecnico francese della Roma abbia pronunciato questa frase in conferenza stampa prepartita. Sicuramente conscio che la gara sarebbe stata più che difficile contro il trio delle meraviglie, ma la superiorità dei blaugrana è stata schiacciante durante tutta la partita. Una superiorità così naturale che la Roma questa sera ha fatto la parte dell’agnello sacrificale sull’altare del Camp Nou.

Subito Barca – Formazioni a specchio per le due compagini con Florenzi e Iago Falque  sugli esterni che in fase di possesso palla vanno ad aiutare la difesa. Il Barcellona fa la partita e mette in difficoltà la Roma con le accelerazioni improvvise dei suoi. Al 15’ un lancio da metà campo di Neymar innesca Dani Alves che fa un assist fantastico per Suarez a cui basta spingere la palla in rete per il vantaggio dei blaugrana. Dopo tre minuti il raddoppio. Azione tutta di prima Neymar-Suarez- Neymar finalizzata dal pallonetto di Messi. Unico lampo giallorosso al 41’ con un gran cross al volo di destro di Florenzi ma Ter Stegen spedisce in angolo. Al 44’ il terzo gol del Barcellona. Keita respinge in area un cross di Neymar su calcio d’angolo, la palla finisce sui piedi di Suarez che batte Szczesny con un tiro al volo di esterno destro.

Roma in “barca” – Entra subito Iturbe per cercare di aiutare il troppo isolato Dzeko. Ma la partita non cambia volto. Il Barcellona ispirato , fenomenale e mortifero la Roma inadeguata e disarmata come un relitto in mezzo ad una tempesta. Al 56’ il quarto gol della squadra di casa è di Piquè che insacca a porta vuota un passaggio di Messi. Ma il Barca non è pago e dopo quattro minuti il quinto gol porta ancora la firma di Messi con un’azione spettacolare. Neymar intercetta un lancio da metà campo con uno stop di tacco e crossa verso Suarez che appoggia a Messi. Szczesny riesce solo a respingere il tiro dell’argentino che ribatte a rete e realizza la sua doppietta personale.

Al 77’ il neo entrato Ucan ferma fallosamente Neymar davanti all’arbitro che indica il dischetto del rigore. Batte Neymar che si fa respingere il tiro da Szczesny ma, velocissimo, arriva Adriano che ribatte a rete per il 6 a 0. La Roma non riesce a segnare nemmeno sul rigore conquistato da Iturbe all’82’, Dzeko infatti si fa parare il tiro da Ter Stegen. Solo nel recupero i giallorossi segnano il gol della bandiera con un bel colpo di testa di Dzeko.

Devastante il Barcellona con la sua ragnatela di passaggi, geometrie, movimenti automatici praticamente congeniti. Arrendevole la squadra giallorossa quasi giustificata da tanta superiorità ma che pecca nell’atteggiamento mentale di squadra che porta a subire delle disfatte che lasciano il segno.

 Meritano 2duerighe:

  Il trio delle meraviglie: Messi, Neymar e Suarez. I tre tenori incantano la platea del Camp Nou con la naturalezza dei campioni. Velocità, fraseggi, stop impossibili, si intendono a meraviglia, danno spettacolo e non si accontentano, affamati di magie. Chapeau.

Nessun peggiore: troppo facile dire la Roma. Troppa la superiorità del Barcellona per segnalare un colpevole tra i giallorossi. Stasera è stato come vedere un match di boxe tra un peso massimo ed un peso gallo: no contest.

TABELLINO

 BARCELLONA – ROMA 6-1

 Barcellona (4-3-3): Ter Stegen, Alba, Vermaelen, Piquè (57’ Bartra), Alves, Roberto, Busquets (46’ Samper), Rakitic, Neymar, Suarez, Messi. All.: Luis Enrique

Roma (4-3-3): Szczesny, Maicon, Manolas, Rudiger, Digne, Pjanic, Keita, Nainggolan (46’ Iturbe), Florenzi (58’ Vainqueur), Dzeko, I. Falque. All.: Rudi Garcia

Arbitro: Cukir (Turchia)

 Marcatori: 15’ 44’ Suarez, 18’ 60’ Messi, 56’ Pique, 77’ Adriano (B) – 91’ Dzeko (R)

 Ammoniti: Pique, Alves (B), Vainqueur (R)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook