La Roma pareggia sotto il diluvio del dall’Ara

La Roma pareggia sotto il diluvio del dall’Ara

Sotto una pioggia incessante e con un campo al limite della praticabilità la Roma spreca un’occasione d’oro per portarsi in testa alla classifica. Il suo gioco fatto di fraseggi e possesso palla è estremamente penalizzato dal terreno di gioco mentre un Bologna operaio, più convinto, specie nel primo tempo, sembra trovarsi a proprio agio.

Purtroppo il calcio non si gioca al coperto e i giallorossi devono imparare ad adeguarsi al terreno di gioco cambiando tattiche e, in questo caso, sfruttare i lanci lunghi per la testa di Dzeko, mai messo nelle condizioni di fare male nonostante il suo impegno.

D’altro canto è quantomeno inadeguato il giudizio dell’arbitro Rocchi di far giocare una partita nelle condizioni di stasera mettendo a rischio l’incolumità dei giocatori in barba anche ad un folto pubblico che ha visto tutto meno che una partita di calcio.

Bologna arrembante –  Momento di commozione ad inizio partita quando al Dall’Ara risuona la Marsigliese cantata da tutto lo stadio con un Garcia visibilmente commosso. Inizia meglio il Bologna mettendo in difficoltà una Roma inesistente nei primi venti minuti.

Subito al 9’ Giaccherini controlla male un passaggio di Destro e divora un’occasione d’oro per portare la sua squadra in vantaggio. Poco dopo Rocchi spegne il sorriso sul volto di Mounier ed annulla il gol per un millimetrico fuorigioco. Ma il vantaggio dei rossoblù è palpabile e al 14’ ,dopo una mischia rocambolesca in area, Masina porta in vantaggio il Bologna. Fioccano le occasioni per i felsinei ed al 16’ Diawara manca il raddoppio.

Al 30’ il primo errore di una lunga serie dell’arbitro Rocchi che non vede un fallo di mano in area di Donsah ed al 38’ l’arbitro sventola solo il cartellino giallo al portiere Mirante per un tocco di mano fuori dalla propria area di rigore. Finisce il primo tempo con il Bologna meritatamente in vantaggio su un campo proibitivo, complice una Roma colpevolmente pigra e anonima che scende in campo molle e poco lucida su come interpretare la partita.

Roma sprecona– La Roma entra in campo concentrata ed al 52’ pareggia. Mounier cerca di contrastare un cross di Florenzi in area ma entra scomposto e lo devia di mano. Rocchi indica il dischetto del rigore che Pjanic finalizza con un brivido. I giallorossi sembrano rivitalizzati e rinfrancati dal meritato pareggio e sfiorano il raddoppio prima con un’occasione per Dzeko su cross di Florenzi e poi con  un contropiede sempre di Florenzi . Il vantaggio è nell’aria ed arriva al 70’ con un altro rigore concesso da Rocchi per l’atterramento di Iturbe da parte di Rossettini. Stavolta va Dzeko sul dischetto e realizza il penalty portando sul 2 a 1 i giallorossi. La partita diventa nervosa ma la Roma ha tutta la serenità per poterla controllare fino alla follia di Torosidis che all’85’ atterra Giaccherini con uno sciagurato intervento. Rigore per il Bologna trasformato da un polemico Destro. La partita finisce con un pareggio e la Roma lascia il campo con il rammarico di aver perso due punti fondamentali per la lotta scudetto.

Meritano 2duerighe:

 Florenzi: tornato nel suo ruolo naturale è protagonista in tutte le azioni della Roma onnipresente sia in fase offensiva che in quella difensiva.

Torosidis: entra al posto di Maicon e si capisce subito che è la sua riserva. Dopo qualche lancio a casaccio e poi regala al Bologna il rigore del pareggio.

TABELLINO

 BOLOGNA – ROMA 2-2

Bologna(4-3-3): Mirante, Masina, Maietta (78’ Mancosu), Gastaldello, Rossettini, Brighi, Diawara, Donsah (70’ Taider), Mounier (75’ Rizzo), Destro, Giaccherini. All.: Donadoni

Roma (4-3-3): Szczesny, Maicon (63’ Torosidis), Manolas, Rudiger, Digne, Pjanic, Keita (63’ Vainqueur), Nainggolan, Florenzi, Dzeko, Iturbe (89’ Umar S.). All.: Garcia

Arbitro: Rocchi di Firenze

Marcatori: 14’ Masina (B), 52’ Pjanic (R), 72’ Dzeko (R), 87’ Destro (B)

 Ammoniti: Donsah, Gastaldello, Mirante, Maietta, Destro (B), Manolas, Nainggolan, Iturbe, Torosidis (R)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook