L’Atalanta frena il Milan. Solo 0-0 a San Siro

L’Atalanta frena il Milan. Solo 0-0 a San Siro

Non va oltre lo 0-0 il Milan di Mihajlovic nell’anticipo della dodicesima giornata di Serie A. Dopo le ultime convincenti prestazioni, arriva un pareggio a reti bianche che non permette ai rossoneri di dare continuità al buon gioco visto di recente. Per l’Atalanta di Reja, invece, un ottimo punto ottenuto in trasferta.

Primo tempo scialbo – Ci si sarebbe aspettato un Milan subito arrembante, si assiste invece ad un inizio di gara a rallentatore. Cerci è sempre raddoppiato, Niang spesso impreciso. Il francese, comunque, è l’unico che dà l’impressione di poter saltare l’uomo con una certa facilità e il solo a riuscirci di tanto in tanto. L’Atalanta, dalla sua, fa davvero poco per cercare di ravvivare la gara. I palloni lunghi per le due frecce esterne, Gomez e Moralez, sono isolate punzecchiature ad una difesa che rischia pochissimo (se si escludono un paio di svarioni di Romagnoli nei primi venti minuti). L’unica occasione da gol a cui si assiste è quella che capita sui piedi di Bacca, il quale si esibisce in una bella serpentina in area che non trova però lo sbocco meritato nella rete.

Donnarumma salva il Milan – A differenza del primo tempo, la ripresa comincia con due brividi: prima Bacca di testa, poi Niang di destro impensieriscono il portiere avversario. L’Atalanta continua a fare il suo gioco, cercando di concretizzare i suoi fulminei contropiedi. Al 17’, poi, rischia seriamente di passare in vantaggio: è prodigioso Donnarumma a deviare un colpo di testa di Cigarini da dentro l’area piccola. Un intervento strepitoso bissato dopo appena due minuti, quando devia in angolo una conclusione da posizione angolata di Maxi Moralez. Ma il portiere, classe ’99, non si ferma qui: al 24’ compie un altro miracolo sulla conclusione da dentro l’area di Grassi. Tre parate che faranno ricredere tutti coloro che erano scettici sul suo utilizzo al posto dell’ormai ex titolare Diego Lopez (tra l’altro ora fuori per recuperare da un problema fisico). Nel finale i rossoneri hanno ottime occasioni con Bacca e Cerci, ma il pareggio resiste. Per il Milan è un passo indietro.

Meritano 2duerighe:

Donnarumma: è semplicemente fenomenale. Con tre interventi nella prima parte della ripresa salva il risultato e fa strabuzzare gli occhi a tutto il popolo rossonero. A sedici anni è qualcosa di incredibile.

De Sciglio: non ha grossi peccati sulla coscienza, ma da lui ci si attende qualcosa in più. Alla mezzora rischia seriamente di lasciare in dieci i propri compagni con un paio di entrate scellerate. Viene sostituito da Mihajlovic tra il primo e il secondo tempo. Rimandato. Ancora una volta.

Il tabellino:

Milan-Atalanta 0-0 (primo tempo 0-0)

Milan (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio (dal 1′ s.t. Calabria), Mexes, Romagnoli, Antonelli; Kucka (dal 19′ s.t. Luiz Adriano), Montolivo, Poli; Cerci, Bacca, Niang (dal 27′ s.t. Honda). (Abbiati, Livieri, Ely, Zapata, De Jong, Jose Mauri, Nocerino, Suso, Honda). All.: Mihajlovic.

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Raimondi, Paletta, Toloi, Dramé (dal 20′ p.t. Bellini); Grassi, De Roon, Cigarini; Moralez, Pinilla (dal 46′ s.t. Denis), Gomez. (Bassi, Masiello, Iacopin, Conti, Brivio, Stendardo, Migliaccio, Carmona, Kurtic, D’Alessandro). All. Reja.

Arbitro: Giacomelli di Trieste.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook