BORUSSIA M’GLADBACH-JUVENTUS 1-1, buon punto per la Juventus

BORUSSIA M’GLADBACH-JUVENTUS 1-1, buon punto per la Juventus

Ancora segno x fra Juve e Borussia M’Gladbach, che in Germania si dividono la posta proprio come due settimane fa a Torino. Finisce 1-1 al Borussia Park, con le reti di Johnson e Lichtsteiner ; un buon punto per la Juve, in inferiorità numerica da inizio ripresa per l’espulsione di Hernanes, che perde però il primato nel girone D in favore del Manchester City, vittorioso per 3 – 1 al Sanchez Pizjuan di Siviglia e prossimo avversario dei bianconeri allo Juventus Stadium.

Svarione di Chiellini, risolve Lich-Allegri sceglie il 4-3-1-2 e rilancia Lichtsteiner, al rientro dopo l’operazione al cuore. Al posto dell’indisponibile Khedira, in mezzo al campo trova spazio Sturaro con Hernanes dietro alle due punte Morata e Dybala, preferito a Mandzukic. Al Borussia Park è tutto esaurito, con il Gladbach di Schubert reduce da sei successi di fila in campionato e alla rincorsa del treno Europa League. Partenza sprint della Juve subito pericolosa con Evra,  che dopo 2’ spara di poco alto dall’interno dell’area di rigore. Al 13’ Dahoud fa tremare Buffon,  con un destro splendido che si infrange sulla traversa. 5’ più tardi i tedeschi trovano il vantaggio: Wendt va via sulla fascia sinistra e mette in mezzo, Chiellini buca completamente l’intervento e il pallone finisce sui piedi di Raffael, dal brasiliano a Johnson che con un preciso diagonale destro batte Buffon. La Juve rialza la testa e sale di ritmo, la reazione dei bianconeri – in rosa per l’occasione – si concretizza sul finire della frazione: al 44’ Pogba disegna per un liberissimo Lichtsteiner, lo svizzero colpisce al volo di destro e batte il connazionale Sommer. 1 a 1 e squadre a riposo.

Sciagura Hernanes, barricate bianconere-Ripresa arrembante della Juve, che va subito vicina al vantaggio con le iniziative di Morata e dell’ispiratissimo Pogba. Al 53’ però gli uomini di Allegri restano in 10: entrataccia a piedi uniti di Hernanes e rosso diretto. Allegri corre ai ripari ed al 63’ inserisce Cuadrado per Dybala, 12’ dopo Barzagli per Morata, passando alla difesa a 3 e rimanendo senza punte. I padroni di casa sfruttano la superiorità numerica e fanno la partita. Al 77’ Buffon è chiamato al miracolo, respingendo col piede sinistro la zuccata da due passi di Stindl. Altro brivido all’88’, con il destro a giro di Thorgan Hazard che trova la deviazione impercettibile di Buffon e si spegne sulla traversa. 3’ minuti di recupero, tanta paura, alla fine la Juve torna dalla Renania con un punto.

Meritano 2duerighe

Lichtsteiner. Torna in campo un mese dopo l’intervento di ablazione al cuore: non poteva farlo in modo migliore. Il suo rientro è una gioia per tutti, specie per Allegri che ritrova una pedina fondamentale del suo scacchiere

 Hernanes. Prima le tante panchine, poi le controverse dichiarazioni di Marotta. Stasera aveva la possibilità di far ricredere tutti, l’ha gettata al vento facendosi espellere per un intervento pericoloso e inutile. Non è il trequartista che chiedeva Allegri, pure da mezz’ala fatica tantissimo: in bianconero è un corpo estraneo.

Tabellino

BORUSSIA M’GLADBACH-JUVENTUS 1-1

MARCATORI: Johnson 18′ (B) , Lichtsteiner 44′(J)

Borussia M’gladbach (4-4-2): Sommer; Nordtveit, Christensen, Dominguez, Wendt; Traoré, Dahoud, Xhaka, Johnson; Stindl, Raffael. All.: Schubert. (A disposizione: Hrgota, Hazard, Heimeroth, Brouwers, Drmic, Schulz.)

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Hernanes; Dybala, Morata. All.: Allegri. (A disposizione: Barzagli, Zaza, A.Sandro, Mandzukic, Neto, Lemina)

AMMONITI: Sturaro 67′ (J)

ESPULSI: Hernanes 53′ (J)

ARBITRO: Kuipers (Olanda)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook