Ibrahimovic al PSG, Capello nuovo allenatore della Russia

Dopo aver ufficializzato l’acquisto di Thiago Silva, oggi pomeriggio Leonardo ha confermato di aver trovato l’accordo anche con Ibrahimovic il quale è da considerarsi ormai un giocatore del PSG a tutti gli effetti. Lo svedese firmerà un contratto di 3 anni a 12 milioni a stagione bonus esclusi, domani sosterrà le visite mediche e nel pomeriggio sarà presentato alla stampa intorno le ore 15, un evento al quale non mancherà il proprietario del club parigino Nasser Al Khelaifi oltre a Leonardo, artefice della grande trattativa.

Lo shopping dei francesi nel mercato italiano prosegue: oggi è sbarcato a Parigi anche Verratti, il giovane centrocampista ex Pescara è stato rilevato per 12 milioni.

 

L’Inter è ad un passo dal chiudere la trattativa con il Bologna per Mudingayi sul quale pende la vicenda calcioscommesse, un fattore che rallenta ancora un po’ il discorso; Sneijder invece, al momento, sembra resistere alla tentazione russa del Anzhi così come Moratti.

In casa Roma tiene banco sempre di più Mattia Destro dopo che i giallorossi hanno trovato l’accordo con il Genoa anche se c’è sempre da risolvere il discorso relativo all’altra metà del bomber.

Preziosi è uscito nel frattempo allo scoperto parlando dell’intesa con i capitolini, non è da escludere anche l’inserimento di Marco Borriello nella trattativa, il centravanti napoletano potrebbe infatti tornare a Genova dopo l’esaltante annata 2007-2008.

La Fiorentina è invece vicinissima a Cuadrado, l’esterno dell’Udinese nelle prossime ore diventerà il primo acquisto importante della formazione gigliata.

Tralasciando il mercato italiano, ieri è stata la giornata di Fabio Capello che è diventato il nuovo allenatore della Russia. Contratto di due anni e dodici milioni messi sul piatto dalla Federcalcio russa, un incarico al quale il tecnico non ha saputo dire di no.

L’obiettivo minimo è quello di raggiungere la qualificazione per i Mondiali brasiliani del 2014, rassegna in cui Capello si giocherà l’eventuale riconferma, considerando la prospettiva della Coppa del Mondo proprio in Russia nel 2018.

L’ex allenatore dell’Inghilterra sostituisce Advocaat e diventa il primo CT italiano ad aver guidato ben due nazionali, un altro record per un allenatore da sempre sinonimo di vittorie.

Matteo Ciofi

18 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook