Il Milan si avvicina, 1-0 al Chievo

Il Milan si avvicina, 1-0 al Chievo

Continua il tentativo di risalita in classifica del Milan di Mihajlovic. Dopo il Sassuolo, i rossoneri conquistano altri tre punti a danno del Chievo, sconfitto 1-0 in un San Siro semi-vuoto e nuovamente in protesta.

Primo tempo brutto – La prima frazione di gara degli uomini di Mihajlovic non è però all’altezza del blasone della maglia rossonera. Quarantotto minuti spenti e pieni di errori. Il tridente Bacca-Cerci-Bonaventura, mandato in campo dall’inizio per la seconda volta consecutiva dal tecnico serbo, non si rende pericoloso praticamente mai. Le azioni degne di nota sono soltanto tre: un colpo di testa di Bertolacci alto sulla traversa, un tiro a giro di Cerci largo e un colpo di testa di Pellissier su cui Donnarumma risponde con ottimi riflessi. Per il resto solo pioggia e sbadigli.

Ripresa in crescita – “Per fortuna che c’è l’intervallo”, avrà pensato Mihajlovic. Sì, perché nella ripresa si vede un Milan più aggressivo e deciso, che inizia a sentire sulle spalle la pressione di dover smuovere con tre punti una classifica finora deficitaria. E il gol, come spesso accade, premia il giusto spirito: siamo all’ottavo minuto, Bacca serve Antonelli, che con un destro precisissimo infila il portiere ospite. È la scintilla che scatena il gioco del Milan, il quale sfrutta gli spazi concessi dal Chievo, ora catapultato in avanti, e sfiora il raddoppio a più riprese. Ma ciò che conta veramente, questa sera, sono i tre punti. Anche l’1-0 in casa contro il Chievo può bastare.

Meritano 2duerighe:

Bonaventura: male nel primo tempo, si riscatta nel secondo. Si infila spesso negli spazi e diventa una spina nel fianco della difesa clivense.

Paloschi: non si rende mai pericoloso. Forse ha sentito eccessivamente la pressione di giocare contro la squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta.

Il tabellino:

Milan-Chievo 1-0 (primo tempo 0-0)

Marcatore: Antonelli all’8′ s.t.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate (dal 14′ p.t. De Sciglio), Alex, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Cerci (dal 40′ s.t. Honda), Bacca (dal 47′ s.t. Luiz Adriano), Bonaventura. (Abbiati, Diego Lopez, Calabria, Zapata, Mexes, Poli, De Jong, José Mauri, Suso). All. Mihajlovic.

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Frey (dal 1′ s.t. Cacciatore), Cesar, Dainelli, Gobbi; Pinzi, Radovanovic, Castro; Birsa (dal 19′ s.t. Mpoku); Paloschi, Pellissier (dal 29′ s.t. Meggiorini). (Bressan, Seculin, Sardo, Gamberini, Christiansen, Pepe, Inglese). All. Maran.

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook