Fa tutto Higuain, il Napoli passa a Verona

Fa tutto Higuain, il Napoli passa a Verona

C’è anche il Napoli per lo scudetto, ora si può dire con estrema sicurezza. L’impressione, ovviamente, era viva da qualche settimana, supportata dai risultati, dal gioco e dai gol dei ragazzi di Sarri; mancavano solamente una manciata di punti, quelli persi nel singhiozzante incipit di stagione col 4-3-1-2,  poi l’errata corrige e l’inizio dello spettacolo partenopeo. Il Napoli passa pure al Bentegodi di Verona e incastra la quarta vittoria consecutiva in campionato, la sesta compresa l’Europa League. Il Chievo deve arrendersi all’ennesima perla dello stratosferico Higuain, che porta il Napoli nel gruppone delle seconde a 18 punti, insieme a Lazio, Inter e Fiorentina. La Roma capolista dista solo 2 lunghezze.

Pipita al ‘palo’-Dopo il mini turnover di coppa Sarri si affida nuovamente ai titolarissimi, con Insigne e Callejon ai lati di Higuain, Allan, Jorginho e Hamsik in mezzo e Hysaj che si riprende l’out di destra in difesa. Solito 4-3-1-2 per Maran, con Pepe, preferito a Birsa, a supporto di Paloschi e Meggiorini. Il Napoli inizia subito forte e al 9’ Bizzarri è chiamato al primo intervento su Callejon; sul capovolgimento di fronte ghiottissima occasione per il Chievo, con Castro che, a tu per tu con Reina, sciupa malamente il suggerimento di Pepe con un improbabile tiro-cross, irraggiungibile per Paloschi. Ancora Napoli, vicino al vantaggio in 3 occasioni: al 22’ ottimo scambio Higain-Hamsik al limite dell’area, l’argentino perde però l’attimo per la battuta e viene rimontato da Gamberini, con Bizzarri che riesce a deviare sul palo la conclusione sporca. Il Pipita ci riprova al 31’, destro terrificante dai 25 metri e ancora palo, stavolta interno. Tre minuti dopo Cesar sbaglia un disimpegno, Insigne lo grazia calciando a lato da buona posizione. Il Chievo prova a rialzare la testa, Rigoni vince un rimpallo con Jorginho e traccia per Pepe, il destro a giro dell’esterno romano si spegne di poco a lato.

La magia di Higuain-Nella ripresa il copione non cambia, gli azzurri cercano il vantaggio e il Chievo prova a resistere. All’11’ Bizzarri  salva ancora su Insigne, il gol è nell’aria e arriva 3 minuti più tardi: Hamsik  traccia per Ghoulam, fuga dell’algerino sulla sinistra e palla dentro per Higuain, che con un mancino di prima intenzione fredda Bizzarri. Due minuti dopo l’argentino sfiora il bis, calciando alto su invito di Insigne. Maran prova a cambiare qualcosa e inserisce Birsa. Al 24’ Paloschi gira in rete su suggerimento di Meggiorini ma col gioco già fermo per fuorigioco. Passano due minuti e Allan spaventa Bizzarri con una rasoiata che sfiora il palo alla sua destra. Ci prova Meggiorini, ma il suo sinistro è poca cosa. Poi Mertens, entrato per Insigne, va vicino al raddoppio con un diagonale che sfiora il palo alla destra di Bizzarri. Il Chievo tenta l’assalto nei minuti finali e recrimina per un tocco di mano di Higuain in area napoletana, giudicato involontario da Massa. Il Napoli regge botta e si porta a casa i 3 punti che valgono il secondo posto a due lunghezze dalla Roma capolista

Meritano 2duerighe

 Higuain Splendido, decisivo, essenziale. Tesserne nuove lodi è sicuramente superfluo, quest’anno sembra finalmente pronto a trascinare il Napoli verso traguardi importanti.

Castro Ad inizio partita sbaglia un gol già fatto, optando per uno sporco tiro-cross pur avendo buona parte dello specchio della porta libero. Avesse segnato, il match si sarebbe messo su binari differenti.

Tabellino

 CHIEVO-NAPOLI 0-1

MARCATORE: Higuain al 14′ s.t.

CHIEVO (4-3-3): Bizzarri, Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Pinzi (dal 18′ s.t. Birsa), Rigoni, Castro; Pepe (dal 26′ s.t. Pellissier), Meggiorini, Paloschi (dal 36′ s.t. Inglese). (Bressan, Seculin, Dainelli, Sardo, Frey, Radovanovic, Christiansen, Mpoku). All.: Maran.

NAPOLI (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 31′ s.t. David Lopez); Insigne (dal 24′ s.t. Mertens), Higuain (dal 37′ s.t. Gabbiadini), Callejon. (Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Valdifiori, Maggio, Chiriches, El Kaddouri, Chalobah). All.: Sarri.

 ARBITRO: Massa di Imperia.

 Espulsi: Maran (C) per proteste.

 Ammoniti: Koulibaly (N), Mertens (N), Meggiorini (C).

 Matteo Muoio

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook