Una bella Lazio batte il Torino 3-0

Una bella Lazio batte il Torino 3-0

foto articolo Lazio-TorinoLa Lazio all’Olimpico sa solo vincere. Gli uomini di Pioli fanno bottino pieno contro il Torino vincendo per 3-0, a rete Lulic e doppietta di Anderson. Partita dai due volti con una prima frazione che vede sugli scudi i granata molto più aggressivi e pericolosi dei padroni di casa che attendono , nella ripresa la Lazio entra in campo con la giusta determinazione e cattiveria, sfiorando più volte il raddoppio e tirando in porta molte volte, Anderson sigla la doppietta personale che manda i biancocelesti in seconda posizione in classifica.

Spunto di Lulic. Primo tempo equilibrato con i granata molto più vivaci e pericolosi, i biancocelesti appaiono contratti e con poche idee, la difesa non riesce a contenere le giocate sulle fasce laterali che diventano l’arma più pericolosa degli uomini di Ventura, specialmente con Bruno Peres che corre e ingaggia costanti duelli di velocità con Lulic. Il primo sussulto verso la porta è, tuttavia, della Lazio: punizione dalla lontananza di Candreva, la sfera viene raccolta da Lulic che la crossa al centro dove Mauricio stacca di testa senza trovare la giusta mira. Risponde il Torino con Quagliarella che dal limite dell’area conclude con un destro preciso ma debole, Marchetti interviene senza problemi. La Lazio prende le misure al Torino e, pur soffrendo, riparte con velocità e pericolosità, ne è la dimostrazione il contropiede che innesca Anderson, sombrero ai danni del rispettivo avversario e palla lunga per Lulic, il serbo perde un tempo di gioco e serve in leggero ritardo Candreva che schiaccia in rete di testa ma in posizione di fuorigioco. I biancocelesti trovano la giocata vincente poco dopo con Basta che crossa al centro, Klose si stacca dal mucchio e con una sponda serve la sfera a Lulic che la spinge oltre le spalle di Padelli. Vantaggio Lazio.

 

La Lazio diverte. I biancocelesti, forti del vantaggio acquisito prima dello scadere, entrano in campo con un’altra mentalità. Gli uomini di Pioli sono più decisi sugli interventi, meno frenetici nella gestione della sfera e dettano i tempi delle giocate. Gli uomini di Ventura cercano di aggredire gli avversari ma possono poco con le giocate veloci dei padroni di casa che trovano in Lulic e Milinkovic due armi micidiali. Questi ultimi due costruiscono la prima azione pericolosa della ripresa con una sponda dello spagnolo che mette in porta il serbo, controllo e conclusione al volo che termina abbondantemente al lato. Il Torino è in grossa difficoltà e non riesce a neutralizzare le sortite degli avversari che entrano in area con molta facilità trovando il raddoppio con un’azione che parte da rimessa dal fondo, spizzata di Milinkovic per Anderson che controlla e conclude di destro sul secondo palo. Il Torino subisce il colpo e sparisce dal campo, la Lazio si diverte con giocate al limite dell’accademia con colpi di tacco e giocate di prima. Alla fine arriva anche il terzo gol ad opera ancora di Anderson che sfrutta l’assist di Lulic e dal limite dell’area esplode un destro secco e potente che si insacca in rete. Finisce 3-0.

Meritano 2duerighe

Lulic. Sulla fascia ingaggia un duello di velocità e cattiveria con Peres, trova lo spunto buono per mandare in vantaggio i suoi. Nella ripresa sfiora la doppietta e serve l’assist per il terzo gol.

Quagliarella. La punta granata non fornisce la sua prestazione migliore, il Torino dipende, in fase offensiva, dalle sue giocate e dai suoi colpi di classe. Oggi viene eclissato dalla coppia centrale difensiva avversaria.

Tabellino

LAZIO-TORINO 3-0

LAZIO (4-2-3-1) Marchetti, Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic, Onazi (92′ Morrison), Biglia, Candreva (75′ Kishna), Milinkovic-Savic, Felipe Anderson, Klose (79′ Matri). All. Pioli.

 

TORINO (3-5-2) Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Peres, Acquah (60′ Benassi), Vives (72′ Prcic), Baselli, Molinaro, Belotti (60′ Maxi Lopez), Quagliarella. All. Ventura.

 

Arbitro: Mazzoleni (sez. Bergamo)

 Marcatori: 40′ Lulic (L), 70′ Felipe Anderson, 94′ Felipe Anderson

Ammoniti: 30′ Mauricio (L), 33′ Moretti (T), 39′ Vives (T), 60′ Klose (T), 78′ Benassi (T)

Damiano Rossi (Frascati)

25 ottobre 2015

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook