Era ora! Presto nel calcio partira’ la nuova tecnologia: mai più ”gol- fantasma”

Un sistema tecnologico automatico, definito “occhio di falco,” con cinque arbitri e un sensore disposto sul pallone segnaleranno se la sfera supererà la fatidica linea di porta. Il battesimo tecnologico partirà a dicembre in occasione del Mondiale per Club di Tokio.  
             
Il calcio si rinnova. Dopo polemiche e dibattiti ad iosa sull’uso della moviola in campo (vedi Processo di Biscardi n.d.r) la tecnologia potrà dare sicuramente una grande aiuto agli arbitri. Dopo continui esperimenti effettuati in Italia, Inghilterra, Germania ed Ungheria, l’International football association board (Ifab) ha approvato l’uso di sistemi di rilevamento automatico del gol.

Sulla linea di porta verrà disposta un micro chip che, sfuttando i cosidetti campi magnetici, sarà in grado di determinare se la palla oltrepassa la linea di porta.

L’Hawk- Eye, cioè l’occhio di falco in pochi istanti segnalerà agli arbitri, tramite un segnale sui loro orologi e via radio la posizione del pallone oltre la linea fatidica. Il sistema si avvale da sei ad otto telecamere disposte in varie punti della porta. Allo strumento tecnologico, comunque, verranno affiancati cinque giudici di gara. Oltre al tradizionale arbitro e i due assistenti – guardalinee, ci sarà spazio anche per due arbitri di porta.

Questo sistema e quello del sensore sul pallone saranno comunque utilizzati a dicembre nel Mondiale per club di Tokio, nella Confederations Cup del 2013 e nel mondiale del Brasile nel 2014. Soddisfatto della decisione, l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galiani: “Con l’intruduzione della tecnologia sul gol- “fantasma” non si verificheranno episodi come quelli di Muntari e magari quello di Robinho a Catania. Era ora”,  conclude il dirigente milanista.

Gigi Rubino

6 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook