La Juventus vince contro il Genoa 2-0

La Juventus vince contro il Genoa 2-0

foto articolo Genoa-juventusLa Juventus vince, bissando il successo in Champions contro il Manchester City. I bianconeri giocano una buona partita creando molte occasioni, i gol arrivano su due azioni fortunose: l’autogol involontario di Lamanna e un calcio di rigore generoso. Allegri vince anche se deve fare i conti con una sequela di infortuni dei propri giocatori. Il Genoa ci mette cuore e cattiveria, nonostante l’inferiorità numerica si fa pericoloso in piú occasioni anche se non riesce a pungere in maniera efficace.

Vantaggio fortunoso. La Juventus inizia all’attacco con Morata che calcia dal limite dell’area, trovando la pronta risposta di Lamanna. I bianconeri sono molto propositivi e spingono con insistenza sulla fasce sfruttando la velocità di Lichtsteiner e Cuadrado. Il gioco è frastagliato: i padroni di casa commettono molti errori di impostazione permettendo agli ospiti di recuperare palla e allargarla sugli esterni. Il Genoa si sveglia e si affaccia dalle parti di Buffon con Capel che raccoglie un cross in area e di testa manda alto. I bianconeri rispondono prima con una punizione di Pogba che termina alta e poi con un colpo di testa imperioso di Evra che colpisce il palo. I grifoni provano a graffiare con un’insidiosa punizione di Dzemaili che termina di poco fuori dallo specchio. Al 36′ la Juve passa: Pereyra mette al centro la sfera, Pogba si fa trovare pronto in posizione regolare e conclude sulla traversa, la sfera sbatte sulla gamba di Lamanna e si insacca. Il Genoa resta in 10 per l’espulsione di Izzo che stende un veloce Cuadrado e prende il secondo cartellino giallo. Sul risultato di 0-1 termina il primo tempo.

Rigore generoso. Gasperini prova a mischiare le carte in campo schierando Figueiras al posto di Perotti, è la Juve, tuttavia, che continua a creare occassioni pressando alta: pericoloso contropiede dei bianconeri con Pereyra che crossa per Cuadrado, conclusione di poco fuori. Il Genoa si sistema con ordine in difesa cercando di sopperire all’inferiorità numerica ma subisce il raddoppio. Fallo in area ai danni di Chiellini, per valeri è la massima punizione. Dal dischetto si presenta Pogba che non fallisce: 0-2. I padroni di casa cedono, gli ospiti incalzano con una giocata velenosa di Madzukic che sfugge alla difesa e si invola verso la porta, la conclusione è respinta dall’estremo difensore. Reazione di orgoglio da parte dei grifoni che, dopo una buona giocata manovrata, vanno al tiro con Tachtsidis. La gara diminuisce d’intensità con i bianconeri padroni del campo che gestiscono il vantaggio con tranquillità. Nel finale Zaza, con un diagonale preciso, batte Lamanna ma il guardalinee alza la bandiera per posizione di fuorigioco. E’ l’ultima emozione, termina 0-2.

Meritano 2duerighe

Pogba. Il francese torna ad essere determinante per la sua squadra. Prestazione brillante e concreta, entra in tutte le azioni fondamentali: suo il tiro per l’autogol, suo il rigore realizzato.

Izzo. Doppio giallo ingenuo che lascia la sua squadra, fino a quel momento in partita, in inferiorità numerica. Costringe Gasperini a cambiare modulo e il Genoaa chiudersi in difesa.

Tabellino

GENOA-JUVENTUS 0-2

GENOA (4-3-3) Lamanna, Cissokho, De Maio, Burdisso, Izzo, Dzemaili(56′ Pandev), Rincon, Laxalt, Ntcham, Capel(60′ Tachtsidis), Perotti(46′ Figueiras). All. Gasperini.

JUVENTUS (4-3-3) Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Evra, Lemina(75′ Hernanes), Sturaro, Pogba, Cuadrado, Mandzukic(81′ Zaza),Morata(21′ Pereyra). All. Allegri.

Arbitro: Valeri (sez. Roma)

Marcatori: 36′ aut. Lamanna (J), 60′ rig. Pogba (J)

Ammoniti: Evra(J), Dzemaili(G), Lemina(J), Pogba(J), Zaza(J)

Espulsi: Izzo(G) per doppia ammonizione

Damiano Rossi (Frascati)

20 settembre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook