Napoli show, Brugge travolto 5-0

Napoli show, Brugge travolto 5-0

Sarri si presenta all’appuntamento di Europa League con la squadra ampiamente rimaneggiata rispetto al campionato.
Reina in porta, in difesa Koulibaly prende il posto di Chiriches al fianco di Albiol, con Hysaj e Ghoulam sulle fasce; riposano Allan e Valdifiori a centrocampo per far posto a Jorginho in cabina di regia e a David Lopez, confermato invece Hamsik. In avanti Mertens e Callejon affiancano Higuain mentre Insigne e Gabbiadini si accomodano in panchina.
Le scelte sono azzeccatissime, il Napoli parte forte e chiude il primo tempo sul 3-0. Mertens e Callejon sono in serata di grazia e mettono a segno due doppiette che, insieme alla rete di capitan Hamsik consentono di archiviare la pratica Brugge con un nettissimo 5-0 senza aver mai rischiato di subire gol.
La prima prova di carattere del Napoli di questa stagione: tutto morale che servirà anche per ripartire in campionato!

Mertens-show – Passano cinque minuti e Callejon timbra subito il cartellino. Lancio lunghissimo di Koulibaly, controllo perfetto di Callejon e conclusione da posizione defilata che scavalca Bolat e si insacca.
Al 19’ arriva il raddoppio del Napoli. L’azione inizia sempre sulla destra dai piedi di Callejon che mette in mezzo un pallone teso su cui si avventa Mertens che sbuca in mezzo a tutta la difesa belga e batte il portiere del Brugge.
Ma Mertens ha solo iniziato la sua serata perfetta e infatti al 25’ sigla il gol del 3-0: punizione dal limite dell’area battuta da Jorginho, il pallone scavalca la barriera e trova il perfetto inserimento dell’attaccante napoletano che conclude al volo di destro e batte ancora Bolat.
Il primo tempo si chiude col Napoli in vantaggio di tre gol, ed è un risultato che va anche stretto agli uomini di Sarri, che hanno sprecato almeno altre tre nitide occasioni da rete con David Lopez, Higuain e il solito inarrestabile Mertens.
Quasi impalpabile invece il Club Brugge che si fa vedere solo con una conclusione dal limite di Diaby e un paio di colpi di testa su palla inattiva che non hanno impensierito Reina.

Manita del Napoli – La seconda frazione di gara si apre così come si era chiusa la prima: nel segno di Mertens. Il folletto del Napoli è bravissimo a lanciare Hamsik nell’area avversaria dove Bolat è disturbato dall’intervento dei suoi difensori e il capitano degli azzurri si ritrova da solo davanti alla porta vuota insaccando il pallone del 4-0.
Gli uomini di Sarri sono ormai padroni assoluti del campo: Higuain ha tre splendide occasioni da gol (due tiri dalla distanza e un tap-in che si è stampato sul palo) e Mertens cerca la tripletta ma è impreciso da distanza ravvicinata.
Il Brugge si rende pericoloso solo con una conclusione di De Fauw dalla media distanza che esce di poco a lato del palo.
Al 77’ Callejon sigla la doppietta personale arrivando davanti al portiere da solo dopo l’ottimo suggerimento di Allan.
Finisce 5-0 e il Napoli può godersi la prima vera prova convincente della stagione.

Meritano 2duerighe:
Mertens: scatenato e inarrestabile, due gol e un assist per lui. Dopo una prova come questa Sarri avrà molte difficoltà a lasciarlo ancora in panchina in campionato. E lo stesso discorso vale per Callejon, autore di una partita sontuosa. Gabbiadini e Insigne sono avvertiti.

Club Brugge: disastrosa tutta la squadra. La difesa si fa bucare ripetutamente dagli inserimenti avversari, Bolat in porta è colpevole di almeno due gol e in avanti le punte non riescono quasi mai a essere pericolose. Va bene partire sfavoriti ma così si rischia anche di non passare il girone.

Tabellino
NAPOLI – BRUGGE 5-0

Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, D. Lopez, Jorginho, Hamsik (62’ Allan), Callejon, Higuain (72’ Gabbiadini), Mertens (75’ Insigne). All. Sarri.

Brugge (4-3-3): Bolat, Meunier, Mechele, Duarte, De Bock, Vormer, Simons, Vazquez (69’ De Fauw), L. Pereira, Diaby (60’ Claudemir), Bolingoli-Mbombo (46’ Izquierdo). All. Proud’homme.

Marcatori: 5’ e 77’ Callejon, 19’ e 25’ Mertens, 53’ Hamsik

Ammoniti: Simons (B)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook