Fiorentina, esordio amaro in Europa. Al Franchi passa il Basilea

Fiorentina, esordio amaro in Europa. Al Franchi passa il Basilea

Comincia con una sconfitta l’avventura europea della Fiorentina, battuta al Franchi per 1 a 2 da un Basilea non eccezionale ma capace di sfruttare la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Roncaglia a metà ripresa. I viola passano subito in vantaggio con Kalinic, poi creano qualche occasione per il raddoppio ma senza capitalizzare. Il Basilea si vede alla distanza e, dopo un inizio così così, dimostra di essere squadra cinica ribaltando il risultato in una manciata di minuti.

Vantaggio viola. Partenza bruciante della Fiorentina, che dopo 3 minuti di gioco passa in vantaggio con il gol di Kalinic. Il Basilea prova a rispondere all’11’ ma la conclusione di Lang non impensierisce Sepe. La manovra ospite è prevedibile e la Viola ne approfitta per rendersi nuovamente pericolosa al 15′ con il tiro di Mati Fernandez ma Vaclik controlla in due tempi. Poco dopo il Basilea rischia l’autorete ma, col passare dei minuti, la formazione elvetica prende le misure alla Viola e si rende pericolosa al 28′ con l’azione personale di Embolo, che dalla sinistra si libera di due uomini e impegna Sepe a una deviazione di pugno. Il Basilea mantiene il possesso palla alla ricerca di un varco ma la Fiorentina copre bene gli spazi e difende il vantaggio fino al fischio dell’arbitro Oliver.

Rosso a Roncaglia, il Basilea conquista i 3 punti. Anche la seconda frazione si apre con la Viola in avanti ma il palo colpito da Blaszczykowski al 48′ nega il raddoppio agli uomini di Sousa. Il Basilea non si scompone e continua a fare gioco. Al 53′ l’arbitro annulla per fuorigioco una rete a Janko, la Viola gioca di rimessa e al 59′ ha una buona occasione con Kalinic: bella la girata ma la mira no. Al 65′ episodio chiave della partita: Rodriguez entra duro su Embolo e lascia la Fiorentina in 10 uomini, il Basilea ne approfitta e in un quarto d’ora rovescia le sorti dell’incontro. Il pareggio lo sigla Bjarnason da distanza ravvicinata mentre il sorpasso è ad opera di Elneny, che si avventa su una respinta difettosa della retroguardia gigliata e spara sotto l’incrocio dei pali alla destra di Sepe. La Viola tenta un ultimo assalto ma ormai il risultato è acquisito, gli ospiti difendono con ordine e portano a casa i 3 punti.

Meritano 2duerighe:

Basilea: Ha rischiato più volte lo 0 – 2 ma ha dimostrato di saper soffrire e di essere cinica al momento giusto.

Roncaglia: Il rosso diretto rimediato a metà ripresa ha rotto gli equilibri interni alla squadra, colpita e affondata in poco più di 10 minuti.

TABELLINO:

FIORENTINA – BASILEA 1 – 2

Fiorentina (3-4-3): Sepe; Gonzalo Rodríguez(C), Astori, Roncaglia; Alonso, Badelj, Borja V., Fernández; Błaszczykowski, N. Kalinić, Ilicic. A disp.: Tătăruşanu, Gilberto, Pasqual, Mario Suárez, Vecino, Rebić, Babacar. All.: Paulo Sousa

Basilea (4-4-2): Vaclík; M. Lang, Suchý(C), Høegh, Zuffi; B. Bjarnason, Elneny, Xhaka, Boëtius; Janko, Embolo. A disp.: Vailati, P. Degen, Samuel, Delgado, Kuzmanović, Callà, Gashi. All.: Urs Fischer

Arbitro: Michael Oliver

Marcatori: Kalinic(F); Bjarnason, Elneny (B)

Ammoniti: Xhaka, Suchy (B); Roncaglia (F)

Espulsi: Roncaglia (rosso diretto)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook