L’Italia non sa vincere: Ora deve vincere!

IL PAREGGIO CONTRO LA CROAZIA COMPLICA LA QUALIFICAZIONE DEGLI AZZURRI, CHE DEVONO VINCERE ASSOLUTAMENTE LA PROSSIMA GARA CONTRO L’ IRLANDA. PRIMO TEMPO DA GRANDE SQUADRA, POI GLI AZZURRI SI SFALDANO…

Peccato! Un errore difensivo commesso da Chiellini nella seconda frazione di gioco, costringe l’Italia a rincorrere una qualificazione che visto il buon primo tempo degli azzurri, era vicina e che invece ora si complica. Gli azzurri, contro i croati hanno giocato una buonissima gara, non riuscendo però a concretizzare le molte occasioni loro capitate nella prima frazione di gioco.
 

Gara interessante fin dall’avvio. L’Italia inizia bene. Al 2′ Marchisio centra un pallone in area per  Balotelli, tiro immediato e palla che sfiora di poco il bersaglio. Jelavic risponde due minuti dopo con una girata a volo che però va fuori. Al 10′ prima Balotelli, che aspetta troppo per concludere in area, poi Marchisio, con un tiro dal limite, tengono in apprensione la difesa croata. Gli azzurri giocano con scioltezza e le distanze tra i reparti sono quelli giusti. Cinque minuti dopo un tiro di Balò dal limite trova pronto Pletikosa che respinge a mani aperte. La Croazia replica
con Modric che da destra centra in area, ma Buffon c’è ed anticipa Jelavic. La partita è veloce, divertente. Gli azzurri insistono in avanti e tengono a lungo il pallino del gioco. Al 33′ Motta porge a Cassano, ma il tiro dell’attaccante barese in diagonale sfiora il palo. Due minuti più tardi grande giocata di Marchisio ( uno dei migliori) che in area si libera di un avversario e tira, ma Pletikosa compie una prodezza e para da pochi passi. Questa azione carica di più gli azzurri che sbloccano la gara al 39′ con una magistrale punizione a giro di Pirlo che supera la barriera e si insacca nell’angolino. Italia in vantaggio!  Nella ripresa, gli azzurri perdono la lucidità del primo tempo. La Croazia aumenta i ritmi e pareggia al 72′ con Mandzukic pronto a sfruttare, su un traversone da sinistra la non perfetta posizione a centro area di Chiellini ed insaccare dopo un perfetto stop con un destro sul secondo palo. Il pareggio scatena l’entusiasmo dei tifosi croati che costringono l’arbitro a sospendere per pochi secondi la partita, per l’ascensione di alcuni fumogeni che non consentono la visibilità al portiere Buffon. L’Italia rischia, anche perchè subisce la carica agonistica degli avversari. Al 76′ però Montolivo  entra in area e tira, ma Pletikosa para in ginocchio e con le mani aperte. A centrocampo però è sempre la Croazia ad avere la meglio sugli azzurri, che non riescono ad attuare più quel pressing e filone di gioco visto nel primo tempo. Per la qualificazione nulla è però compromesso, anche se con l’Irlanda bisognerà assolutamente vincere.               

     
    Italia – Croazia 1 – 1
     
     
     
    Rete: 39′ Pirlo ( I), 72 Mandzukic ( C)
     
     
     
    Italia: Buffon, Maggio, Bonucci, De Rossi, Chiellini, Giaccherini, Pirlo, T.Motta ( 62′ Montolivo), Marchisio, Balotelli,( 69′ Di Natale) Cassano.(83′ Giovinco) All: Prandelli.
     
    Croazia: Pletikosa, Srna, Corluna, Schildenfeld, Strinic, Rakitic, Vukojevic, Perisic,( 67’Pranjic) Modric, Jelavic,( 83′ Eduardo) Mandzukic.( 94′ Kranjcar) All: Bilic
     
    Arbitro: Webb ( Inghilterra)
     
    Note: Circa 37mila spettatori. Moltissimi sono croati. Tremila i tifosi italiani. Giornata piovosa. Temperatura 13 gradi. Ammoniti: Motta e Montolivo ( Italia) e Schildenfeld ( Croazia)

Luigi Rubino

14 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook