Tris di poker per Dortmund, Bayern e Leverkusen. Retrocede il Colonia. Spareggio Hertha. Huntelaar fa 29

Una doppietta di Lewandowski rilancia la sfida di coppa ai bavaresi che, rispondono con Muller. Scatenato Kiessling che, con la sua tripletta consente di centrare il quinto posto al Bayer. Ben Hatira manda ai play out i capitoloini. Cade la squadra di Podolski, demolita dal Bayern. Il re della Germania è l’olandese Huntelaar, due gol a Brema.

Nell’ ultima giornata della Bundesliga, crolla in casa il Colonia per 4-1 con il Bayern Monaco e, dice addio alla massima divisione. I caproni incassano la quarta sconfitta nelle ultime cinque gare e, chiudono con il peggior score difensivo. Schaefer boccia ancora Novakovic, preferendogli Jajalo che, ha il compito di suggerire il grande ex Podolski. La novità è l’innesto del tedesco Pezzoni davanti alla difesa. Heynckes,invece, si presenta con una formazione quasi al completo e spregiudicata, visto il ritorno dal primo minuto di Robben e Ribery, con Schweinsteiger e Kroos a centrocampo. C’è anche Lahm e Boateng in difesa. Ancora titolari Tymoshchuk e Contento. I padroni di casa ci provano ma, vanno sotto nella prima frazione con Muller. L’ inizio di ripresa è disastroso e si apre con l’ autogol di Geromel e il tris in due minuti di Robben. Esce fuori l’orgoglio del Colonia che, accorcia le distanze con Novakovic. I bavaresi amministrano e affondano il colpo all’ 85′ con Muller. Brutto stop per i caproni e inevitabile amarezza dei suoi tifosi che, piangono la retrocessione e, scatenano la rabbia sugli spalti (bomba carta e fungo atomico).

 

Non è riuscito a fare il miracolo lo Stoccarda che, nonostante il successo sul Wolfsburg per 3-2 è fuori dall’ accesso diretto alla seconda competizione UEFA e, dovrà fare i preliminari. Gli svevi non c’ entrano per un soffio l’obiettivo e accusano il ko di una settimana fa a Monaco. Labbadia ha ritrovato Kuzmanovic e, si è affidato in difesa a un inedita coppia centrale formata da Delpierre e Maza. Magath da fiducia dal primo minuto a Salihamidzic. Partono forte i padroni di casa ma, vanno sotto con Helmes al 28′. Lo Stoccarda continua a spingere, non trova varchi e subisce il raddoppio di Russ al 60′.  Cacau riapre le speranze 13 minuti dopo con un perfetto colpo di testa. Passano 4 minuti e Maza agguanta il pari. Lo Stoccarda è scatenato e compie l’incredibile rimonta con Traore che, regala i tre punti alla squadra di Ibisevic e, chiude un ottima seconda parte di stagione.

La nuova guida tecnica (Hyypia-Lewandowski) chiude al meglio la stagione travagliata del Bayer Leverkusen che, si impone con un pesante 4-1 a Norimberga. Le asprine centrano il terzo successo di fila che, gli permette di accedere al tabellone principale della prossima Europa League. Nulla di compromesso per il Club che, interrompe solo la striscia positiva dell’ ultimo mese, decisiva ai fini della salvezza. Negli ospiti si rivede Ballack che, sostituisce Barnetta con il compito di suggerire le punte. A sorpresa Castro indietreggia in difesa. Hecking da spazo a Mak e conferma l’unica punta Pekhart. Il Leverkusen ha più fame e lo dimostra nella prima mezz’ora quando mette in discesa il match con la doppietta di Kiessling. La ripresa è tutta del Norimberga che accorcia le distanze con Mak al 58′ ma, non concretizza le occasioni da rete. Gli ospiti soffrono ma servono il tris con Schurrle al 77′. Nel finale arriva il poker dell’ instancabile Kiessling, per lui tripletta personale. Il Leverkusen festeggia il quinto posto.

Con l’ accesso ai preliminari di champions in tasca il Borussia Moenchengladbach celebra il grande ritorno, chiudendo l’ultima di campionato con un tris sul difficile campo di un Magonza in vacanza. Si ferma cosi l’imbattibilità difensiva dei biancorossi durata tre partite. Gli attaccanti rimangono a secco dopo la goleada rifilata al Colonia. Gli ospiti, invece, tornano a segnare dopo  due turni. Favre fa debuttare Cigerci e Ring a centrocampo ma,  non risparmia il suo bomber Reus. Tuchel spregiudicato con un trio offensivo composto da Szalai,Muller e Choupo Moting. Assente Zidan. Non un grande spettacolo ma la gara si sblocca al 31′ con Reus. L’ attaccante tedesco si ripete al 61′ quando porta avanti i suoi sul 2-0. Al 69′ offre l’assist del terzo gol a De Camargo.

Non fallisce l’ appuntamento interno l’ Hertha Berlino che, piega 3-1 l’ Hoffenheim e si salva per un pelo, ma ora affronterà lo spareggio con il Dusseldorf. I capitolini forti del turno favorevole, non falliscono la vittoria contro un avversario già con le valigie pronte da tempo che, subisce il terzo ko consecutivo. Per la vecchia signora era la partita della vita e si sono sbloccati ,tornando ai tre punti che, mancavano da più di un mese. Rehhagel ritrova Kobiashvili e, lascia a riposo Ramos, preferendogli Ebert. La punta centrale è Lasogga. Spazio alle inventive di Raffael. Babbel non lascia nulla al caso e mette in campo una formazione quasi al completo. A centrocampo giocano Vukcevic e Salihovic che, dovranno suggerire Schipplock. Impiega 14′ l’ Hertha per trovare il vantaggio con Ben Hatira. Il match si mette in discesa quando viene espulso Babel alla fine del primo tempo. In superiorità numerica i padroni di casa amministrano ma, chiudono i conti solo al 78′ con Ben Hatira. Improvvisamente Compper riapre la sfida ma al 90′ Raffael serve il tris. Ora c’è da disputare un altra finale tra 5 giorni.

Pur soffrendo l’ Hannover riesce a battere il Kaiserslautern per 2-1 e si mantiene settimo, accedendo al preliminare della coppa europea. Resta cosi l’unica società imbattuta tra le mura amiche, con i diavoli rossi che chiudono la bundesliga con la diciannovesima sconfitta. Slomka non può disporre di Diouf ma, si affida alla coppia offensiva Abdellaoue-Konan, con Schlaudraff trequartista. Balakov cambia la punta centrale che è Shechter e, inserisce Kirch a centrocampo. Yahia è il centrale difensivo. Bocciature per Sakuta-Pasu , Sahan e Wooten. Pronti via e gli ospiti passano con De Wit al 7′. Hannover sfortunato al 17′ quando coglie il palo con Schlaudraff. Al 38′ solo un autogol di Bugera pareggia i conti. I padroni di casa rischiano molto ma, trovano il guizzo vincente con Konan al 71′. Nel finale un altro legno colpito da Sobiech. Si chiude un annata tutto sommato buona per il club della Bassa Sassonia. 

I campioni di Germania del Dortmund chiudono al meglio la stagione, servendo il poker a una delle squadre più in salute nell’ ultima parte del torneo. Il Friburgo esce dal Signal Iduna Park con un pesante 4-0 che, non ridimensiona il campionato buono della societtà della Brisgovia che, ricordiamo era riuscita a fermare squadre molto blasonate, tra cui anche il Bayern Monaco. In uno stadio gremito con ben 80mila spettatori presenti, il Borussia si è presentato con la squadra al completo. Sono rimasti in panchina Gotze, Barrios e Perisic, autori della cinquina rifilata al Kaiserslautern una settimana fa. In avanti quindi le quattro meraviglie con il capitano Kehl a dettare il gioco. L’ uomo mercato Hummels ritorna centrale con Subotic. Streich fa debuttare in porta Batz ma, non cambia il reparto offensivo.Confermato Rosenthal in mediana. Sugli esterni di centrocampo spingeranno Caligiuri e Schmid per l’inamovibile Freis. Spaventoso primo tempo dei gialloneri che, passano in vantaggio con Blaszczykowski al 5′. Tra il 20′ e il 27′ Lewandowski realizza la sua doppietta personale. Prima del riposo ancora Blaszczykowski trova il quarto sigillo. Nella ripresa il palo ferma per due volte Lewandowski ed evita un punteggio più largo.

Si chiude la stagione nel peggior modo possibile per il Werder Brema che, incassa il quarto ko consecutivo e non riesce ad entrare neanche nel preliminare. A sorridere al Weserstadion è lo Schalke 04 che, si impone per 3-2, grazie al capocannoniere  della Bundesliga Huntelaar che chiude con 29 centri. Una stagione nera per Schaaf che, non è riuscito a dare una giusta identità alla squadra in evidente calo e con un infermeria piena. Ritrova dopo un lungo tempo Borowski che parte titolare a centrocampo. Restano a riposo Naldo ed Arnautovic. Indisponibile Marin. Inevitabile il tandem d’attacco composto da Pizarro e Rosenberg. Il centrale è Prodl. Non ha tutte queste complicazioni Stevens che, decide di dare spazio a chi ha giocato di meno. A centrocampo giocano Moritz, Hoger e Draxler. L’ esterno di sinistra è Escudero. Panchina per Raul, Holtby e Fuchs. Ricordiamo che, i minatori hanno centrato il loro obiettivo mentre, il Werder spera ancora nel preliminare. Botta e risposta nel primo tempo . Al vantaggio di Draxler risponde Pizarro su rigore. La sfida è molto aperta e viene decisa dalla doppietta di Huntelaar al 65′ e 74′. Non basta il secondo gol di Pizarro all’ 82′ per riacciuffare il pari.

Termina la stagione sotto tono dell’ Amburgo, con una sconfitta di misura contro la matricola Augusta che, centra il quarto risultato utile, riuscendo a mantenere l’imbattibilità in un calendario terribile. Negli ultimi due turni ricordiamo che, hanno fermato Schalke e Moenchengladbach. Anche la squadra di Fink attraversava un buon momento e, ora deve pensare a rinforzare la squadra che, ha lasciato a desiderare, perdendo malamente con squadre nettamente inferiori, vedi il poker subito con l’ Hoffenheim o il tris con il Friburgo. Nonostante il ritorno di Guerrero non sono arrivati i gol nelle ultime due gare. Fink decide di far debuttare Skjelbred e lascia spazio all’ italiano Sala. Entreranno a partita in corso Rincon, Petric e Son. Luhukay non fa sconti e si presenta con la migliro formazione che, comprende un solo attaccante Rafael e tre mediani offensivi come Koo, Baier e Bellinghausen. L’ uncio risparmiato è Oehrl. Il match viene deciso da una rete di Koo di testa al 34′. Ottima la prestazione della neopromossa che, chiude con solo 4 sconfitte interne.

         Squadra                           PG     V   N     P      Reti           Punti

1.

Dortmund

34

25

6

3

80:25

81

2.

Bayern

34

23

4

7

77:22

73

3.

Schalke 04

34

20

4

10

74:44

64

4.

Moenchengladbach

34

17

9

8

49:24

60

5.

Bayer Leverkusen

34

15

9

10

52:44

54

6.

Stoccarda

34

15

8

11

63:46

53

7.

Hannover

34

12

12

10

41:45

48

8.

Wolfsburg

34

13

5

16

47:60

44

9.

Werder Brema

34

11

9

14

49:58

42

10.

Norimberga

34

12

6

16

38:49

42

11.

Hoffenheim

34

10

11

13

41:47

41

12.

 

Friburgo

34

10

10

14

45:61

40

13.

Magonza

34

9

12

13

47:51

39

14.

Augusta

34

8

14

12

36:49

38

15.

Amburgo

34

8

12

14

35:57

36

16.

Hertha

34

7

10

17

38:64

31

17.

Colonia

34

8

6

20

39:75

30

18.

Kaiserslautern

34

4

11

19

24:54

23

Colonia – Bayern Monaco   1-4

Stoccarda – Wolfsburg   3-2

Norimberga – Leverkusen    1-4

Magonza – Moenchengladbach     0-3

Hertha – Hoffenheim      3-1

Hannover – Kaiserslautern   2-1

Dortmund – Friburgo    4-0

Werder Brema – Schalke     2-3

Augusta – Amburgo    1-0

Armin Sefiu

12 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook